“Edison”, la trama del film con Benedict Cumberbatch

Film di Alfonso Gómez-Rejón, “Edison – L’uomo che illuminò il mondo” racconta la vera e affascinante storia della “guerra delle correnti”

Girato a Londra tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017, e presentato due anni fa al Toronto International Film Festival, dopo essere stato distribuito nei cinema statunitensi, “Edison – L’uomo che illuminò il mondo” si appresta finalmente a sbarcare nelle sale italiane. Data d’uscita, il 18 luglio prossimo.

Appartenente al genere dei period drama – film girati in costume e su particolari set, progettati per ricreare l’atmosfera dell’epoca a cui si riferiscono -,  “Edison – L’uomo che illuminò il mondo”, di Alfonso Gomez-Rejon, racconta la storia di Thomas Edison (interpretato da Benedict Cumberbatch), concentrandosi sulla guerra che il celebre inventore visse con Nikola Tesla (Nicholas Hoult) e col suo sostenitore George Westinghouse (Michael Shannon).

 “Edison – L’uomo che illuminò il mondo”: la storia vera

Interpretato da un cast d’eccezione, “Edison – L’uomo che illuminò il mondo” non è certo il primo film dedicato a Thomas Alva Edison, inventore statunitense che la rivista Life inserì tra le 100 persone più importanti degli ultimi 1000 anni per la sua lampada a incandescenza: fu infatti lui a commercializzare e a diffondere quell’invenzione tanto straordinaria e rivoluzionaria, sebbene negli anni precedenti vi avessero lavorato altri (con minor successo).

Nel 1880, Thomas Edison brevettò infatti la lampada a incandescenza con filamento di carbonio. Una lampada che “illuminò il mondo”, come Life scrisse. Ed è proprio sulla figura di Edison – interpretato in modo eccezionale da Benedict Cumberbatch – che “Edison – L’uomo che illuminò il mondo” si concentra. Su di lui e sulla cosiddetta “guerra delle correnti” che nella realtà lo vide schierato contro Nikola Tesla, inventore, fisico e ingegnere elettrico nato nell’Impero Austro-Ungarico ma naturalizzato statunitense. Se Edison sosteneva la corrente continua, in quanto la riteneva sicura e poco dispersiva, Tesla – che aveva lavorato proprio con Edison – brevettò invece la corrente alternata. E fu infine lui a vincere la “guerra delle correnti”, il che lo portò ad essere riconosciuto come uno tra i più grandi ingegneri elettrici, anticipatore della moderna ingegneria elettrica.

Per la verità,  “Edison – L’uomo che illuminò il mondo” si concentra più che altro sul conflitto tra Thomas Edison e George Westinghouse, inventore dei freni pneumatici per le ferrovie e pioniere dell’industria elettrica. Sostenitore di Nikola Tesla, grande antagonista di Edison in ambito elettrotecnico, il suo volto è portato sullo schermo da Michael Shannon, dopo il rifiuto di Jake Gyllenhaal.

“Edison – L’uomo che illuminò il mondo”: la trama

 “Edison – L’uomo che illuminò il mondo” si apre con un Thomas Edison intento a diffondere quella lampadina che avrebbe illuminato il mondo e rivoluzionato la vita degli uomini. È il 1880 e, nello stesso momento, George Westinghouse – studioso e inventore – è desideroso di incontrarlo per proporgli di diventare soci. Edison, troppo impegnato persino per i suoi figli, e per curarsi di quel Nikola Tesla che ritiene la corrente alternata la soluzione più efficace ed economica, accetta infine di incontrarlo. Senza sapere quello stesso incontro andrà a riscrivere i suoi piani, e l’intera storia della distribuzione dell’elettricità nel mondo.

Più che su Edison, dunque, il film pone l’accento proprio sulla figura di George Westinghouse, più umano e più posato rispetto al primo che, geniale e megalomane, è pronto a tutto per entrare nella storia e disposto persino a contraddirsi per riuscirci.

Fonte : Sky Tg24