Toy Story 3, il regista conferma: ‘Sì, i giocattoli possono morire’

Chi è cresciuto con Toy Story ricorderà bene il terrore e l’angoscia provati durante una delle scene più forti del terzo capitolo della saga, vale a dire quella in cui Woody, Buzz e banda al seguito rischiarono di finire dritti tra le fiamme di un inceneritore.

Pixar fu effettivamente piuttosto coraggiosa a mostrarci quei giocattoli ormai quasi rassegnati di fronte all’apparente inevitabilità della morte imminente, ridotti a tenersi per mano per farsi coraggio l’un l’altro in quello che si prospettava come un viaggio senza ritorno.

Le cose fortunatamente andarono per il verso migliore, ma alla domanda di un fan su Twitter il regista Lee Unkrich ha preferito fugare ogni dubbio: no, neanche i giocattoli possono scampare alla morte. “Loro vivono finché esistono. Ma se venissero completamente distrutti? Ad esempio in un inceneritore? Game over” è stata la spiegazione del regista di Toy Story 3.

Tocca tirare un bel sospiro di sollievo, insomma: se i giocattoli fossero finiti nelle fiamme durante quella celebre e traumatica scena avremmo dovuto dire definitivamente addio a Woody, Buzz, Jessie e tutti gli altri compagni di scorribande. Un’eventualità a cui non vogliamo neanche pensare, vero?

I fan, intanto, hanno recentemente festeggiato il decennale dell’uscita di Toy Story 3; qualcuno, invece, ha pensato bene di ricreare l’intero Toy Story 3 in stop-motion.

Fonte : Everyeye