Morto il capitano Colimoro della polizia municipale di Napoli, malore durante la guida

Il capitano Ciro Colimoro della Polizia Municipale di Napoli è deceduto a seguito di un malore mentre era alla guida della sua automobile nel pomeriggio di oggi, 7 agosto, nel quartiere Fuorigrotta. Si sarebbe trattato di un infarto che non gli ha lasciato scampo, stroncandolo prima dell’arrivo dei soccorsi. Sessantasei anni, l’agente era un punto di riferimento per la Polizia Municipale di Napoli per la lunga carriera ma anche per le sue qualità umane.

Colimoro abitava in zona ed era molto conosciuto nel quartiere. Poco prima delle 19 era alla guida della sua automobile, da solo, in viale Augusto. Era fuori servizio, secondo la ricostruzione si sarebbe sentito male all’improvviso e avrebbe quindi perso il controllo della vettura; probabilmente ha tentato di accostare per fermarsi, ma è andato a sbattere contro l’automobile che lo precedeva. Gli altri automobilisti si sono subito avvicinati per verificare che stesse bene, pensando a un incidente stradale, ma il 66enne aveva già perso i sensi; con tutta probabilità il malore lo aveva già ucciso quando sono partite le prime chiamate al 118, i tentativi di soccorso si sono rivelati inutili. Sul posto sono intervenute diverse pattuglie della Polizia Municipale di Napoli che si sono occupate di deviare il traffico per consentire i rilievi del caso.

Dal 2019 Colimoro era a capo dell’Unità Operativa Scampia-Piscinola-Chiaiano-Miano; precedentemente aveva ricoperto diversi incarichi di prestigio: era stato dirigente del reparto Motociclisti, del Reparto Infortunistica Stradale, delle sezioni di Secondigliano e del Vomero e dell’Unità Operativa Tutela Ambientale.


Fonte : Fanpage