“Rialzarsi è un obbligo”, Marquez sorride e punta al rientro a Misano il 13 settembre

Non è certamente un momento positivo per Marc Marquez. Il campione del mondo in carica, dopo aver tentato di tornare in pista a Jerez de la Frontera a pochi giorni dall’intervento all’omero del braccio destro, ha infatti complicato la situazione ed è stato costretto ad una nuova operazione per il danneggiamento della placca di titanio utilizzata per ridurre la frattura dopo il primo intervento.

Il pilota della Honda sarà dunque costretto non solo a saltare l’impegno con il Gran Premio della Repubblica Ceca (dove al suo posto in pista ci sarà Bradl, chiamato a sostituire lo scorso anno Lorenzo proprio nei circuiti di Brno e di Spielberg), ma anche i due in calendario in Austria al Red Bull Ring, mettendo così a repentaglio il suo obiettivo di centrare il nono titolo in carriera e lasciando la possibilità di vittoria a Yamaha e Ducati.

L’obiettivo di Marquez

Sulla data del suo rientro c’è ancora qualche dubbio, ma se tutto andrà bene lo spagnolo potrebbe presentarsi di nuovo sulla griglia di partenza in occasione del Gran Premio di Misano: in programma il prossimo 13 settembre. Secondo la stampa spagnola, che non è stata certamente tenera con chi non ha impedito al pilota di rientrare frettolosamente a Jerez de la Frontera, Marquez tornerà certamente in pista al ‘Marco Simoncelli World Circuit’ dopo un agosto di riposo forzato e di cure per ritrovare la condizione fisica necessaria per tornare in sella alla sua moto. Nonostante la lunga assenza dal box Honda, Marquez ha intanto rassicurato i tifosi sulle sue condizioni e messo in piazza tutto il suo ottimismo. Lo ha fatto sorridendo e tramite il classico post pubblicato su Instagram: “Cadere è concesso, rialzarsi è un obbligo“.

Fonte : Fanpage