Spiagge in città, aprono gli stabilimenti urbani: l’estate romana è nei parchi

Roma punta sulle spiagge in città. Dal 1° agosto aprono gli stabilimenti urbani: le nuove aree relax, attrezzate e dedicate al tempo libero, allestite in cinque parchi della Capitale. 

Spiagge in città: l’estate romana è nei parchi

Una novità assoluta dell’estate 2020, pensata per chi rimarrà in città nel periodo più caldo dell’anno. Ragazzi, bambini, adulti e anziani potranno frequentare gratuitamente gli spazi semplicemente rilassandosi o partecipando alle attività di intrattenimento in programma.

Ogni area è attrezzata con sdraio, ombrelloni, sistemi di nebulizzazione per rinfrescare, punti di ristoro con vendita di alimenti e bevande, servizi igienici. Ma, oltre ai comfort per passare una piacevole giornata tra sole e relax, sono dotati di aree gioco e fitness, coperte da gazebo, dedicate al gioco di bambini e ragazzi e di attività motorie, affidate da Zètema ad enti e associazioni del territorio attraverso avvisi concorrenziali.

Le spiagge in città: dove sono 

I cinque stabilimenti, la cui gestione e organizzazione è affidata a Zètema, sono aperti al pubblico da sabato 1 agosto nel parco di Aguzzano (IV municipio, ingresso da via Gina Mazza), parco delle Canapiglie (VI municipio, ingresso da via delle Canapiglie), parco della Biblioteca Laurentina (IX municipio, ingresso da via Guido da Verona), parco Pino Lecce (XI municipio ingresso da via di Generosa) e villa Doria Pamphilj (XII municipio, ingresso da via Leone XIII). La capienza varia da 70 posti disponibili nello stabilimento della Biblioteca Laurentina, ai 100 nei parchi di Aguzzano, Canapiglie e Pino Lecce, fino ai 160 posti nell’area attrezzata a villa Pamphilj, per un totale di 530 sdraio e 265 ombrelloni.

Come arrivare negli stabilimenti urbani

Sono tutti facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici: il parco di Aguzzano con metro B fino a Rebibbia e poi con la linea 311; il parco delle Canapiglie con la metro C fino alla fermata Torre Maura; il parco della Biblioteca Laurentina con la metro B fino a Eur Palasport e poi con il bus 779; il parco Pino Lecce con la linea ferroviaria FL1 verso Fiumicino fino alla fermata Magliana; e l’area attrezzata di villa Pamphilj con la linea 916 fino alla fermata Gregorio VII/Pio XI.

Spiagge in città: gli orari, si entra senza prenotazione

Gli stabilimenti urbani sono aperti tutti i giorni dalle 9 alle 19 (ultimo ingresso alle ore 18) e per accedere non è necessaria alcuna prenotazione; basta verificare la disponibilità dei posti sul sito o recarsi direttamente all’ingresso dello stabilimento prescelto. L’ingresso è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Le attività negli stabilimenti urbani

In programma attività di animazione per bambini e ragazzi sulla salvaguardia della natura e dell’ambiente e attività sportive individuali incentrate sul benessere psicofisico dell’individuo, con lezioni giornaliere di discipline come yoga, pilates e ginnastica dolce.

Un’iniziativa speciale per i piccoli ospiti sarà proposta da Mondo Convenienza, sponsor ufficiale dell’iniziativa, con l’attività del “gioco calcio”, che ha sempre riscosso molto successo nei punti vendita dell’azienda. Tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 nei parchi di Aguzzano, Pino Lecce, Canapiglie e Biblioteca Laurentina, grandi e piccini saranno invitati a cimentarsi in una sfida ai rigori, in un’area gioco allestita per l’occasione con una vera porta da calcio (di dimensioni ridotte e senza portiere). Sono previsti gadget per tutti, sia per chi segnerà i goal che per gli altri partecipanti.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Le misure anti Covid nelle spiagge in città

Nel rispetto delle misure di prevenzione del Covid-19, all’ingresso è obbligatorio misurare la temperatura (non si potrà accedere con temperatura superiore a 37.5) e lasciare le proprie generalità per il tracciamento dei contatti. È obbligatorio indossare la mascherina negli spazi comuni (servizi igienici e aree ristoro) e mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro, ad eccezione delle famiglie. È inoltre obbligatorio essere muniti di un proprio telo per usare le sdraio e di un proprio tappetino per lo svolgimento delle attività sportive, per le quali è previsto un distanziamento di 2 metri.
 

Fonte : Roma Today