La casa “speciale” di Leonardo era finita all’asta: un benefattore anonimo la ricompra

Un benefattore, che ha chiesto di restare anonimo, ha versato 152 mila euro in un bonifico che chiude un incubo lungo due anni. Leonardo, 14 anni compiuti a maggio, potrà riavere la sua casa speciale, speciale perché fatta su misura per lui affetto dalla maledetta sindrome di Dravet che lo costringe in carrozzina. 

Nella sua casa a Piazzola sul Brenta Leonardo può dormire su un divano letto che la sera diventa un matrimoniale per avere sempre una persona accanto che possa prendersi cura di lui, accompagnarlo al bagno attrezzato con la doccia grande e il lavandino a misura della carrozzina.

Ma due anni fa inizia l’incubo quando la casa “a misura” viene pignorata: la piccola azienda di saldature del papà era entrata in crisi e i debiti che via via si accumulano portano alla richiesta di sfratto. 

“A febbraio — racconta al Corriere della Sera il sindaco di Piazzola, Valter Milani — si è formato un comitato spontaneo. Per ricomprare all’asta la casa servono 240 mila euro entro il 3 settembre. La Pro Loco apre un conto e parte la sottoscrizione pubblica. In paese si danno tutti da fare: progettano cene e serate benefiche, poi arrivano il Covid e il lockdown”.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

In tutto vengono raccimolate 80 mila euro poi il miracolo. Un benefattore ha coperto tutto, anche le spese per la pratica. 

Fonte: Corriere della Sera →
Fonte : Today