Virtus Roma: Toti annuncia a sorpresa l’iscrizione al campionato di Serie A, ma club resta in vendita

La Virtus Roma è ancora viva. La Capitale avrà ancora una squadra di basket. Il patron della Virtus Roma Claudio Toti ha annunciato giovedì sera, a sorpresa, l’iscrizione del club al prossimo campionato di Serie A di basket.

“Ho preso la decisione di mettere la Virtus nella condizione di iscriversi al prossimo campionato. La decisione era legata a riequilibrare i parametri necessari all’iscrizione, ulteriore impegno importante sul quale ho dovuto riflettere”. 

Lo scorso 17 maggio Toti aveva annunciato la volontà di cedere il club per gli effetti della crisi legati alla pandemia. “Mi sono trovato di fronte a una decisione difficile – ha spigato – dove cuore e testa dovevano ragionare contemporaneamente. Volevo far sì che la Virtus rimanesse patrimonio del basket e della città ma anche avere delle speranze riguardo la cessione”. 

Poi lo squadra al futuro: “Stiamo lavorando su più fronti, ritengo di avere avuto interlocuzioni abbastanza importanti affinché si verifichi, ragione per cui ho fatto questo sforzo. Avrei voluto si compiesse prima dell’iscrizione, non ci sono riuscito ma oggi ho veramente una grande convinzione di poter concludere queste trattative in tempi abbastanza rapidi”.

Frongia a maggio: “Massimo impegno per salvare il basket a Roma”

Trattative però ancora da definire: “Non nego di avere qualche preoccupazione, quando gli accordi non sono firmati non ci sono certezze, l’eventualità che con nessuno dei potenziali acquirenti si chiuda una trattativa mi metterebbe in situazione di grossa difficoltà che per ora non voglio analizzare”.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Non si conosce l’identità degli acquirenti, ma Toti rassicura i tifosi: “Hanno dei progetti per Roma non solo per mantenere in vita la pallacanestro ma per avviare un ciclo importante. Le trattative sono due, chi più chi meno conosce già il mondo del basket”.

Fonte : Roma Today