Al via il Magna Graecia Film Festival di Catanzaro

Da sabato 1 e fino all’8 agosto 2020 si terrà la diciassettesima edizione della kermesse cinematografica, ideata e diretta da Gianvito Casadonte, che si conferma l’evento dell’estate calabrese. L’edizione 2020 è dedicata a due grandi protagonisti del cinema italiano, Federico Fellini e Alberto Sordi.

Un festival da non mancare in totale sicurezza

Festival di Venezia 2020, ecco le misure Anticovid

Più forte dell’emergenza Covid-19 (qui gli aggiornamenti), si terrà regolarmente, a Catanzaro, la 17esima edizione del Magna Graecia Film Festival, la rassegna

cinematografica fondata e diretta da Gianvito Casadonte, in programma dall’1 all’8 agosto nell’area del porto del capoluogo calabrese. Con una capienza ridotta, con accessi ai siti degli eventi contingentati e con tutte le precauzioni legate al rispetto delle misure anti-contagio, la kermesse, ormai un punto di riferimento nel panorama cinematografico nazionale internazionale, garantisce quindi la sua continuità, portando sul “red carpet” di Catanzaro nomi di rango del grande schermo. Questa nuova edizione del “Magna Graecia Film Festival” è dedicata a due ‘mostri sacri’ del cinema italiano quali Federico Fellini e Alberto Sordi, e sarà caratterizzata da proiezioni di film, masterclass, conferenze con attori e registi già affermati o emergenti con volti celebri del cinema mondiale, e anche da performance musicali e incontri letterari.

Gli ospiti

Arriva in sala Siberia, il nuovo film di Abel Ferrara con Willem Dafoe

Tra le presenze al festival l’attrice Barbara Chichiarelli, fresca vincitrice del Nastro d’Argento – Premio Graziella Bonacchi e Madrina del festival e di parte della Giuria, presieduta da Michele Placido e che vede, tra i suoi componenti, il regista inglese Peter Webber (La ragazza con l’orecchino di perla). Tra gli ospiti anche il regista americano Abel Ferrara (Il cattivo tenente, Siberia, in uscita il 20 agosto), che terrà a Catanzaro una masterclass aperta al pubblico e riceverà la Colonna d’Oro alla Carriera, l’attrice Laëtitia Eïdo (Fauda), che riceverà la Colonna d’Oro per le Serie Tv e in concorso gli attori Marco Bocci con A Tor Bella Monaca non piove mai, storia di un ragazzo ambientata nella periferia romana, quindi Marco D’Amore attore e regista in L’immortale, ispirato al personaggio di Ciro della serie Gomorra, racconto dell’educazione criminale del personaggio , emblema del male e dell’eroe allo stesso tempo e Giorgio Pasotti, regista e interprete di Abbi fede, commedia amara con un cast corale su un prete la cui fede in Dio e nell’uomo viene messa in crisi dall’incontro con un neofascista assegnato alla sua comunità di recupero.

Le proiezioni

Cento anni di Alberto Sordi: il ricordo di Verdone, De Sica e Ghini

Tra le opere che si potranno vedere , il docufilm Siamo tutti Alberto Sordi?, firmato da Fabrizio Corallo, che racconta la formazione artistica e il percorso della carriera del grande mattatore romano, in un ritratto intimo che entra anche nella sua lussuosa e leggendaria villa. L’attrice e regista Micaela Andreozzi presenta quindi il suo Brave Ragazze, ispirato a una storia vera ambientata negli anni Ottanta a Gaeta, il racconto di quattro donne che, in preda a una esistenza in crisi, indosseranno gli abiti di quattro criminali. Con un cast internazionale che comprende Dustin Hoffmann e Toni Servillo, diretto da Donato Carrillo, L’uomo del labirinto è la storia di una ragazza, un investigatore privato e un dottore alla ricerca della verità e del colpevole di un rapimento. Uno studente universitario e la lotta per combattere le raccomandazioni sono quindi al centro di

Quattro le masterclass che quest’anno si svolgeranno in presenza alle 18.00 nella splendida e suggestiva cornice del Complesso Monumentale San Giovanni di Catanzaro e che saranno moderate dal giornalista e critico cinematografico Antonio Capellupo. A inaugurare gli incontri (Ingresso libero su prenotazione all’indirizzo masterclass@mgff.it), il 2 agosto, la serialità televisiva, protagonista con l’attore statunitense Ronn Moss, l’indimenticabile Ridge di Beautiful, il 4 agosto sarà la volta del regista e documentarista inglese Peter Webber, in giuria al Festival, regista di La ragazza con l’orecchino di perla e Hannibal Lecter – Le origini del male. L’ospite del 5 agosto sarà il regista americano Abel Ferrara che riceverà in serata la Colonna d’Oro alla Carriera. Chiude il ciclo il 6 agosto l’attrice franco-libanese Laëtitia Eïdo, star della serie tv israeliana Fauda, in onda su Netflix,che riceverà la Colonna d’Oro per le Serie Tv.

Fonte : Sky Tg24