Al Policlinico Tor Vergata 4 posti letto per neo-mamme e adolescenti con disagio psicopatologico

Quattro nuovi posti letto all’ospedale di Tor Vergata saranno dedicati alle donne nel periodo del peripartum ed agli adolescenti  in fase di transizione con disturbi psicopatologici nella fascia di età 16-18 anni. Le iniziative sulla salute mentale nel ciclo della vita, dalla età prenatale alla età geriatrica sono state presentate ieri pomeriggio presso l’ospedale, alla presenza dell’assessore Regionale alla Sanità, Alessio D’Amato. I posti letto verranno assegnati alla UOC di Psichiatria e Psicologia Clinica diretta dal professor Siracusano e della Neuropsichiatria Infantile.

“Con l’uscita dal commissariamento dobbiamo lavorare per rimettere al centro il tema della salute mentale”, ha commentato l’assessore D’Amato. “Pochi giorni fa abbiamo inaugurato al Policlinico Umberto I il nuovo reparto di Neuropsichiatria Infantile, un’esperienza unica nel nostro Paese e sulla quale crediamo molto. Oggi completiamo l’offerta del Policlinico di Tor Vergata con questi nuovi posti e questo è un fatto davvero importante e che ci spinge a fare ancora di più. Devono essere i servizi a girare attorno alle persone e non l’inverso”.

“L’offerta assistenziale”, conclude il Commissario Straordinario del Policlinico Tor Vergata Tiziana Frittelli, “è oggi finalmente completata dalla disponibilità di questi 4 nuovi posti letto nell’ambito della offerta assistenziale della area della Psichiatria che garantiscono la possibilità di cura anche per le situazioni più critiche, che richiedono una presa in carico in regime di ricovero. Si tratta di un importante passo avanti nella direzione della cura globale di situazioni delicate e di grande fragilità che richiedono interventi mirati e personalizzati che spesso solo attraverso il ricovero ospedaliero è possibile garantire”.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Come viene spiegato in una nota diramata dalla Regione Lazio, sono diversi i servizi in campo. Quelli rivolti a tutte le età dalla depressione e fase perinatale: SOSmamma e SOSpapà, sostegno alle madri e ai padri attraverso lo sportello gratuito ad accesso libero, attivo dal 2012; in collaborazione con la Uoc Ginecologia; SOS MOOD (“MOOD of MOthers and Offspring Development”) che prevede il monitoraggio neuropsichiatrico precoce dei bambini nati da madre con depressione perinatale. Alla fase adolescenziale: SCIALLA (Solitudine, Crisi, Internet, ALLarme, Adolescenza), da attivare in collaborazione con le scuole del territorio, ambulatorio di screening del rischio e del disagio adolescenziale (bullismo,cyberbullismo,solitudine..). E ancora la transizione alla età adulta: Servizio Autismo Tor Vergata. Infine alla fase geriatrica:  SOS nonni, sportello di prossima attivazione, che vuole offrire accoglienza, ascolto e presa in carico del disagio psichico e cognitivo dei nonni.

Fonte : Roma Today