Resident Evil: Afterlife, la scena scartata in cui Milla Jovovich doveva combattere nuda

Stasera prosegue in tv la saga di Resident Evil con il nuovo capitolo Afterlife, e dopo le curiosità sui costumi sessisti di RE: Apocalypse e i retroscena su RE: Extinction, oggi vi parliamo anche della produzione di questa quarta puntata.

Una delle più divertenti riguarda la particolare striscia consecutiva di nudità nella saga ispirata al celebre franchise di videogiochi, in particolare per quanto riguarda la Alice di Milla Jovovich.

Resident Evil: Afterlife è infatti il primo film della serie cinematografica in cui la protagonista Alice non è appare nuda, ma sempre vestita. I creatori del film stessi sembrano voler giocare su questa “tradizione”, dato che ad un certo punto Alice si prepara a togliersi i vestiti per farsi una doccia, ma smette immediatamente quando la sua attenzione viene catturata da un gatto che fa capolino nella stanza. Nella sceneggiatura originale, tuttavia, aveva una scena di lotta completamente nuda che si sarebbe dovuta sviluppare proprio da questa famosa sequenza di doccia: nel copione, infatti, mentre Alice era sotto la doccia veniva osservata da qualcuno o qualcosa prima di essere attaccata dai mostri.

La scena era ispirata ad un’altra inclusa nella primissima sceneggiatura per il primo adattamento cinematografico di Resident Evil, uscito nel 2000 ma la cui bozza originale firmata Alan B. McElroy risale addirittura al 1997: in quella storia Jill Valentine veniva attaccata da un mostro proprio durante una doccia.

Fonte : Everyeye