Lo smartphone Xiaomi con auricolari wireless incorporati

Per ora è solo un prototipo: le cuffiette pieghevoli vengono riposte in due alloggiamenti piazzati nella parte superiore della scocca

prototipo xiaomi auricolari(Foto: LetsGoDigital)

Gli auricolari true wirless, ossia le cuffiette senza fili alla AirPods, sono uno dei gadget più popolari degli ultimi tempi, ma devono fare i conti con la dipendenza dalla custodia che da un lato ne ricarica la batteria (di solito non così di lunga autonomia) e dall’altro evita di smarrirli durante il trasporto. Xiaomi propone un’alternativa: perché non renderli incorporabili direttamente nello smartphone?

Come si può osservare nell’immagine render realizzata da LetsGoDigital e anche nella gif animata piuttosto eloquente, l’idea di Xiaomi è quella di creare due alloggiamenti nella zona superiore dello smartphone per inserire gli auricolari e riporli quando non in uso e renderli subito pronti quando servono. Le cuffiette presentano una struttura pieghevole con la capsula che può orientarsi in verticale così da entrare comodamente nell’apposito foro nel cellulare.

Smartphone

L’ispirazione è quella del pennino capacitivo che viene assicurato in uno degli spigoli dello smartphone, come proposto ormai da anni dalla gamma Samsung Galaxy Note. In effetti, viste le dimensioni esigue degli auricolari, l’idea è facilmente adattabile, ma ci sono due inevitabili e possibili problemi.

Da un lato si andrebbe a occupare un’ampia fetta del già esiguo spazio interno, ormai densamente popolato di componenti, non per ultimo quello dedicato alle antenne 5g. Dall’altro ci sarebbe anche qualche preoccupazione lato igienico dato che il pennino si utilizza con le mani, mentre gli auricolari si devono infilare nelle orecchie e la combinazione smartphone più alloggiamento fa davvero accapponare la pelle.

Insomma, idea affascinante, ma difficile da vedere in commercio, tuttavia dimostra ancora una volta la creatività di Xiaomi, che di recente aveva depositato altri brevetti interessanti su scelte di design alternativo per smartphone come quelli che ipotizzavano uno schermo rotante, fotocamere frontali piazzate nella parte inferiore e con schermo avvolgente.

Fonte : Wired