Tenet rischierà di perdere molti soldi, ma il suo sacrificio salverà il box office

Dopo numerosi rinvii, Tenet di Christopher Nolan si prepara finalmente ad uscire nei cinema di tutto il mondo, ma lo farà seguendo un modello a dir poco innovativo.

La Warner Bros. ha infatti confermato che l’attesissimo sci-fi con John David Washington, Robert Pattinson ed Elizabeth Debicki arriverà dal 26 agosto in alcuni mercati internazionali, Italia compresa, per aprire solo successivamente negli Stati Uniti, ovvero il mercato domestico.

Il film, il cui budget ammonta a $200 milioni di dollari (escluse le spese promozionali, che continuano a lievitare e continueranno a farlo fino all’uscita), rischierà di andare in perdita ma aiuterà la ripartenza dell’industria hollywoodiana, stando a quanto dichiarato dall’editore di Boxoffice Daniel Loria.

Durante una pandemia globale potrebbe essere preziosa un’uscita del genere per l’industria cinematografica, anche se alla fine dovesse andare in perdita. Le possibilità di riuscire a chiudere in positivo al botteghino sono scarse. Inoltre non sappiamo nemmeno se i cinema all’estero saranno chiuso di nuovo cnel caso in cui la pandemia dovesse peggiorare. Non ci sono precedenti su cui possiamo fare affidamento per stimare gli incassi che Tenet potrebbe riuscire a fare. La pandemia ha modificato tutti i soliti modelli sull’affluenza del pubblico e sulle spese di marketing, quindi non si sa se sia possibile che Tenet riesca a raggiungere il pareggio. Ma l’industria ha bisogno di Tenet, per lo meno ci permetterà di farci un’idea sull’andamento del mercato.

Insomma a quanto pare Tenet non è il film che l’industria si merita, ma di sicuro è quello di cui ha bisogno.

Fonte : Everyeye