Luca Guadagnino va a Venezia 2020 col suo nuovo film Salvatore, docufilm su Ferragamo

Il programma completo della Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia 2020 ha svelato il ritorno al Lido di Luca Guadagnino con il film Salvatore: Shoemaker of Dreams, docufilm sulla figura dell’imprenditore Salvatore Ferragamo.

Scritto da Dana Thomas e prodotto da Francesco Melzi d’Eril e Gabriele Moratti con Stella Savino come produttore esecutivo, il film è l’appassionante storia umana, artistica e imprenditoriale di Ferragamo, e racconterà la sua vita partendo dall’infanzia a Bonito (dove ha realizzato le sue prime scarpe) fino alla definitiva consacrazione, passando per il viaggio in America in cerca di fortuna, per le esperienze a Hollywood e poi al ritorno in Italia, senza tralasciare la parentesi del rischio di fallimento e la seguente rinascita nel suo laboratorio di Firenze.

Carattere, istinto, genio, curiosità e straordinaria intuizione: Salvatore – Shoemaker of Dreams mostrerà tutto il mistero e il fascino di una figura complessa, oggi un’icona della moda non solo italiana ma anche mondiale, un’artista che non ha mai trascurato l’importanza dei legami famigliari. Il docufilm, impreziosito dalla voce narrante di Michael Stuhlbarg, si avvale di immagini inedite e testimonianze che vedono protagonisti, accanto ai membri della famiglia Ferragamo, il regista Martin Scorsese, la costumista Deborah Nadoolman Landis, e numerosi studiosi, docenti, stilisti, giornalisti, critici di moda e cinematografici.

Guadagnino ha dichiarato: “Cosa è il genio? Come nasce un sistema, che sia il cinema o la moda? E l’ossessione furiosa di una ricerca costante di idee e creazione, come si sposa con la tradizione e i valori della famiglia? Salvatore Ferragamo, protagonista e testimone del XX secolo, è la risposta a queste domande”.

Per altri approfondimenti vi rimandiamo al trailer di We Are Who We Are, prima serie tv di Guadagnino in uscita per HBO, e ad un’esegesi su Suspiria attraverso le tre scene madri.

Fonte : Everyeye