Migranti, nuova fuga di massa: a centinaia scappano da un centro della Protezione Civile

I migranti in fuga a Porto Empedocle (Agrigento). Foto da video

Nuova fuga in massa di migranti da strutture di accoglienza in Sicilia: dopo il caso di Caltanissetta (rintracciati e riportati al Cara di Pian del Lago 118 migranti su un totale di 184 che si erano allontanati ieri dalla struttura), oggi circa cento migranti sono riusciti, scavalcando la recinzione, a scappare dalla tensostruttura della Protezione Civile sistemata accanto alla banchina portuale di Porto Empedocle, in provincia di Agrigento.

Porto Empedocle, fuga di massa di migranti dal centro della Protezione Civile: le immagini

I migranti si sono diretti verso la strada statale. Polizia e carabinieri hanno avviato le ricerche dei fuggitivi. Nella tensostruttura, che potrebbe contenere al massimo cento persone, erano ospitati e in attesa di trasferimento 520 migranti.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

In giornata c’era stato l’appello del sindaco di Porto Empedocle, Ida Carmina, che aveva denunciato una situazione complessa, intervenendo ai microfoni della trasmissione “Cosa succede in città”, condotta da Emanuela Valente su Radio Cusano Campus: “Abbiamo oltre 500 migranti chiusi in una tensostruttura senza finestre. Non ci sono finestre, è un forno lì dentro, rischiano il soffocamento. Qui deve intervenire il governo, ho fatto appello a tutti, anche alla Commissione europea. Noi – ha chiosato Ida Carmina – siamo un paese senza contagi, però con questa situazione siamo ogni giorno agli ‘onori’ delle cronache e questo crea un problema di immagine dal punto di vista turistico. Perché far arrivare qua le navi militari? Potevano portarle da qualche altra parte. Anche i miei concittadini sono molto arrabbiati, hanno paura. Dato che c’era sovraccarico a Lampedusa – ha detto ancora il sindaco Carmina – hanno allocato qui 508 migranti in una tensostruttura vicino al porto, che ne può contenere sì e no 100. I sanitari dicono che non ci sono le condizioni igienico-sanitarie adeguate”.

E ha concluso: “E’ anche strano questo flusso dalla Tunisia, vengono quasi tutti da lì, quindi non sono richiedenti asilo, ma persone che si muovono per motivi economici. Teniamo 500 persone lì dentro quando le caserme sono mezze vuote? Non si sa nemmeno dove saranno collocate queste persone”.

Migranti, emergenza sbarchi: mai così tanti in un singolo mese dal 2018

Nella foto qui sotto, i migranti nella tensostruttura della Protezione Civile a Porto Empedocle.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

migranti tensostruttura-2-2

Fonte : Today