Valentino Rossi esulta sotto la tribuna vuota: “Volevo abbracciare le persone a casa”

“Volevo abbracciare le persone a casa”. Valentino Rossi nella conferenza stampa post GP di Andalusia ha giustificato così il suo gesto dopo la fine della gara, quando si è recato davanti alla tribuna del circuito spagnolo e ha mimato un abbraccio verso il settore che solitamente è occupato da centinaia di tifosi ma che oggi era vuoto a causa delle norme per evitare la diffusione del Covid-19. Il Dottore è parso al parco chiuso molto stanco per il grande caldo di Jerez ma era felicissimo per il podio: “Non me l’aspettavo”.

Il numero 46 ha parlato così della gara e della soddisfazione di una prestazione del genere dopo l’opaca prova dello scorso weekend: “È un podio importantissimo per me è quasi come una vittoria, perché dopo il weekend della settimana scorsa che è stato veramente frustrante, ma anche gran parte della stagione 2019 nella quale ho sofferto sempre degli stessi problemi, è un gran risultato. È stata dura, abbiamo dovuto lottare per cambiare e spingere molto con la Yamaha assieme al mio team per cambiare il setting”.

Era il 14 aprile 2019, sul circuito texano di Austin, quando Valentino salì l’ultima volta sul podio ma il Dottore si è soffermato anche sul feeling con la moto di quest’anno: “Fino a domenica scorsa ho guidato una moto che non era mia, aveva una posizione in curva che a me non piaceva. Da venerdì invece ho ritrovato il feeling, mi sono divertito e sono arrivato oggi sapendo di poter fare una bella gara. Qui a Jerez negli ultimi anni ho sofferto tanto quindi sono ottimista per le prossime gare”.

Infine Rossi, che a fine stagione lascerà la Yamaha ufficiale per proseguire quasi certamente la carriera in Petronas, ha lanciato un messaggio chiaro ai suoi costruttori alla casa giapponese: “Ho bisogno di persone che credano in me e che lavorino. Quando scendo dalla moto sono un pilota molto preciso che dà buone indicazioni. Ma ho dovuto lottare e se avessimo mollato forse saremmo stati vogliosi di andarcene al mare”.

Fonte : Fanpage