Oppo presenta la camera nascosta sotto al display

Se il notch era già stato superato da obiettivi a scomparsa o integrati nel display, Oppo compie un nuovo passo avanti svelando la prima fotocamera frontale nascosta sotto lo schermo. La casa cinese ha annunciato la novità durante il Mobile World Congress Shanghai 2019, fornendo più informazioni sul meccanismo anticipato da un teaser poche settimane fa. La volontà dell’azienda è quella di introdurre il sensore fotografico sotto il display in un device che sarà lanciato “nel prossimo futuro”, come spiega The Verge. Nel corso dell’evento, Oppo ha inoltre presenta una nuova tecnologia di comunicazione: il MeshTalk.

Oppo, come funziona l’Under-Screen Camera

Si chiama ufficialmente ‘Under-Screen Camera’ la novità presentata da Oppo al MWC Shanghai 2019 per staccarsi dal passato e proporre un nuovo modo di concepire il comparto fotografico di uno smartphone. Il notch proposto da Apple con iPhone X era stato infatti velocemente messo da parte a favore di nuove fotocamere frontali integrate nello schermo, attraverso un piccolo foro, o addirittura dotate di meccanismo pop-up per comparire all’occorrenza. Oppo va oltre tutto ciò, presentando la prima fotocamera anteriore nascosta sotto il display. Come spiegato in un breve video, la nuova soluzione è pensata per valorizzare i display full-screen ed è stata realizzata utilizzando materiali trasparenti che consentono alla luce di filtrare attraverso lo schermo fino all’obiettivo. Il sensore che Oppo vuole montare sui prossimi smartphone sarebbe inoltre più grande, con un’apertura più ampia della lente. Secondo la casa cinese la nuova tecnologia non comprometterà la qualità della fotocamera, che sarà controllabile con normali comandi touch.

Comunicare anche senza Internet

Oltre alla fotocamera nascosta sotto lo schermo Oppo ha svelato anche una nuova tecnologia di comunicazione a corto raggio, definita MeshTalk. Questa soluzione permetterà di chiamare o mandare messaggi utilizzando device Oppo in un’area di 3 chilometri senza appoggiarsi alla rete cellulare, Wi-Fi o Bluetooth. Secondo l’azienda, si tratta di un’alternativa particolarmente utili in determinate situazioni nelle quali, per svariate ragioni, l’accesso web non è disponibile, come ad esempio durante i concerti o dopo essere appena atterrati in un aeroporto straniero. 

Fonte : Sky Tg24