I Kasabian prendono le distanze da Tom Meighan: “Non ha detto la verità ai fan. La violenza di qualsiasi tipo è inaccettabile”

Qualche giorno fa i Kasabian hanno annunciato che Tom Meighan ha deciso di lasciare la band, di comune accordo con i compagni, per motivi personali non specificati. I musicisti hanno spiegato che il cantante in questo momento desidera “concentrare tutte le sue energie per rimettere in piedi”.

Dopo questo comunicato, Tom Meighan ha twittato: “Dopo l’annuncio di oggi, voglio solo farvi sapere che sto bene. Sto in un posto davvero bello adesso. Grazie a tutti per il vostro amore e il vostro sostegno. Ci rivedremo molto presto”.

Dopo questo messaggio è venuta fuori la verità su quanto sta accadendo: ieri, 7 luglio, Tom Meighan si è dovuto presentare davanti al Tribunale di Leicester per la causa legale che lo vede imputato con l’accusa di aggressione e violenza domestica nei confronti della sua ex compagna, Vikki Ager. Secondo quanto riportato da NME, l’episodio sarebbe avvenuto il 9 aprile scorso: Tom aveva bevuto e un bambino ha assistito all’aggressione nei confronti della donna, così ha chiamato subito la polizia spiegando che si stava verificando un episodio di violenza domestica. La polizia ha raccontato che al suo arrivo Vikki era sconvolta, mentre Meighan si è mostrato “aggressivo e restio a collaborare”. La sentenza sull’accaduto è stata emessa ieri dalla corte: il cantante è stato giudicato colpevole e di conseguenza è stato condannato a 200 ore di lavori socialmente utili.

Adesso che i problemi con la giustizia del frontman sono stati resi noti, i Kasabian hanno deciso di esprimere la loro opinione in merito, prendendo le distanze da Tom: i musicisti hanno condannato il comportamento del frontman, sostenendo che la violenza sia sempre e comunque inaccettabile e spiegando di essere molto delusi perché, secondo loro, il cantante avrebbe ingannato i fan non dicendo loro la verità.

La band ha pubblicato un comunicato molto chiaro su Twitter: “Adesso che il procedimento legale si è concluso, possiamo dire la nostra sull’uscita di Tom dai Kasabian – si legge nella nota – nessuno di noi avrebbe mai voluto che accadesse. Abbiamo lavorato così tanto negli ultimi 20 anni e avevamo grandi progetti per il nostro futuro insieme. Siamo totalmente affranti. Ma non abbiamo avuto altra scelta se non quella di chiedere a Tom di lasciare la band. Non possiamo in alcun modo giustificare la sua condanna per aggressione – hanno sottolineato i musicisti – la violenza domestica e gli abusi di qualsiasi tipo sono totalmente inaccettabili”.

Non appena abbiamo saputo delle accuse rivolte a Tom, come band abbiamo deciso che non avremmo più potuto lavorare insieme a lui – continua il messaggio – Purtroppo abbiamo dovuto mantenere il riserbo sulla situazione fino al momento della sentenza dei giudici. Credevamo che a quel punto Tom si sarebbe arreso e avrebbe spiegato a tutti ciò che ha fatto nel suo comunicato, ma lui ha scelto di non farlo, ingannando molti fan. Infine – hanno concluso – per quanto Tom ci abbia ferito, noi non siamo le vittime in tutta questa situazione. La violenza domestica è qualcosa che non può mai essere giustificata. Vi ringraziamo per il vostro sostegno in questo momento difficile. Ci vediamo presto”. Tom Meighan non ha ancora risposto alle dure parole dei suoi ex compagni e ora in tanti si chiedono quale sarà la sua prossima mossa.

Fonte : Virgin Radio