Coronavirus, così la Francia si prepara alla seconda ondata: “Dipende tutto da noi”

Non sappiamo per ora molto sul comportamento stagionale del nuovo coronavirus. L’unica certezza è che continua a circolare e “bisogna prepararsi a una ripresa dell’epidemia,se non a una seconda ondata”, che è possibile “questo autunno o questo inverno”:sono parole del direttore generale della sanità francese e responsabile della comunicazione sul Covid-19, Jerome Salomon, intervistato dal quotidiano Le Figaro: “Non sappiamo tutto sul comportamento stagionale di questo virus che è ancora in circolazione”, ha avvertito il francese numero 2 del ministero della Salute, assicurando che “tutti i servizi dello Stato, gli esperti, gli attori sul terreno sono mobilitati per gestire i focolai”.

Per contrastare la diffusione del virus la Francia punta forte sullo screening mirato per rompere le catene di contagio non appena una persona si ammala. “Insistiamo molto – dice Salomon – sulla necessità di consultare rapidamente un medico non appena compaiono i sintomi, anche lievi, per fare immediatamente un tampone e avwre un esito entro 24 ore. Con l’aiuto del paziente, tracciamo l’elenco di tutte le persone che potrebbe aver contagiato, le testiamo e se sono positivi o malati, li isoliamo e li trattiamo. Ma questo non è abbastanza”

“Ciò che bisogna capire bene, è che sono essenzialmente i nostri comportamenti a condizionare la ripresa epidemica – avverte Salomon – se vogliamo evitarla, ognuno di noi deve continuare a rispettare le misure di sicurezza, le misure d’igiene, il distanziamento fisico e l’uso della mascherina, soprattutto negli assembramenti e negli spazi chiusi”.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

La nuova pandemia di coronavirus ha provocato oltre 200mila vittime in Europa, oltre due terzi delle quali nel Regno Unito, in Italia, Francia e Spagna. La Francia ha registrato più di 29mila vittime.

Fonte: Le Figaro →
Fonte : Today