Aftershock, terremoto e caos sociale: la storia vera che ha ispirato il film con Eli Roth

Questa sera Rai 4 trasmette Aftershock, il disaster movie diretto da Nicolás López e prodotto, co-sceneggiato e interpretato da Eli Roth che trae ispirazione dal devastante terremoto che ha colpito il Cile la notte del 27 febbraio 2010.

Ambientato sulla costa di Valparaiso, in Cile, il film segue le vicende di Gringo (Roth), un turista americano giunto in visita all’amico Ariel dopo aver posto fine al proprio matrimonio. La vacanza volge al meglio quando l’uomo incontra un gruppo di tre belle turiste, le sorelle ungheresi Monica e Kylie e la russa Irina, ma i festeggiamenti vengono presto interrotti da un terribile terremoto che causa il crollo di diversi edifici, tra i quali la discoteca sotterranea in cui si trovano i protagonisti. Saliti in superficie, dovranno vedersela con i fenomeni di violenza e sciacallaggio esasperati dalla catastrofe.

Come avrete capito dalla trama, Aftershock non racconta esattamente quanto accaduto durante il terremoto né i retroscena reali sulle gestione dell’emergenza, ma trae spunto soprattutto dai tumulti nati in seguito alla catastrofe. Oltre a danneggiare gravemente molte città del paese, infatti, il terremoto causò un vero e proprio caos sociale: per contrastare i sempre più crescenti saccheggi e disordini, il governo del Cile dovette ordinare un coprifuoco in diverse aree per poi inviare successivamente ben 14.000 soldati nella città di Conceptiòn, i cui supermercati erano stati presi d’assalto dalla popolazione.

Per altri approfondimenti sul film, vi rimandiamo alla nostra recensione di Aftershock. Eli Roth, lo ricordiamo, è attualmente al lavoro sul film di Borderlands con protagonista Cate Blanchett.

Fonte : Everyeye