A Tor Bella Monaca nasce Cresco, il cantiere di rigenerazione urbana firmato Bulgari

Prima i progetti di riqualificazione sociale, poi gli interventi urbanistici: per la Fondazione Paolo Bulgari e per il team di esperti del Dicea (Dipartimento di Ingegneria dell’università Sapienza) è così che si cambiano le periferie e, nel caso specifico, Tor Bella Monaca. Un traguardo che si raggiunge anche con l’ascolto dei cittadini, promosso in collaborazione con il Municipio VI e l’associazione Cubo Libro.

Il progetto dal titolo “CRESCO”, acronimo di Cantiere di Rigenerazione Educativa: Scuola, Cultura, Occupazione, punta all’attivazione, alla valorizzazione e al rafforzamento della comunità educante del quartiere e si svolge in alcuni dei luoghi simbolo di Tor Bella Monaca: la scuola “Acquaroni”, la scuola “Melissa Bassi” e la piazza di largo Mengaroni. “E’ un progetto di partecipazione e di interventi” ha spiegato al nostro giornale Giulio Cederna, direttore del programma Italia della Fondazione Bulgari spiegando come il loro impegno sia incentrato sulle periferie partendo da indicatori specifici.

Nel dettaglio, a spiegare il progetto è Francesco Montillo, urbanista e scrittore che su Tor Bella Monaca ha pubblicato due volumi e che, nella fattispecie, è coordinatore di CRESCO.  “Siamo convinti che siano i progetti di valenza sociale a riqualificare la periferia, generando attivazione sociale per uscire dall’emarginazione per poi intervenire sugli spazi fisici” ha detto Montillo.

Il cantiere di rigenerazione urbana è in divenire perché basato sulle risposte alle reali esigenze di bambini e adulti che vivono il quartiere e che sono chiamati a dire cosa manca per vivere gli spazi, non solo con incontri pubblici ma anche compilando cartoline cartacee. Intanto saranno avviati laboratori presso la scuola Acquaroni e saranno riadattati in chiave didattica gli spazi esterni della scuola “Melissa Bassi”.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Fonte : Roma Today