Ritorno al Futuro: una nuova teoria sconvolge la trama del film

Nei giorni in cui Ritorno al Futuro compie 35 anni, i fan hanno ripreso a discutere di una vecchia teoria, che risale, se non all’uscita del film, almeno all’inizio dell’era di YouTube. Sono in molti infatti a chiedersi: Michael J. Fox è davvero l’unico Marty McFly che si vede nel film?

Originariamente, per il ruolo del protagonista era stato ingaggiato l’attore Eric Stoltz, che ha effettivamente girato alcune scene, prima di essere sostituito da Michael J. Fox. Alcuni fan sono convinti che alcune di quelle scene compaiano nella versione di Ritorno al Futuro che abbiamo visto al cinema o in tv. Una di queste è la scena del pugno di Marty a Biff Tannen: la mano in questione potrebbe appartenere a Stoltz.

Per cercare di risolvere la questione una volta per tutte, The Hollywood Reporter ha contattato lo sceneggiatore del film, Bob Gale, chiedendogli di provare a scoprire la verità. “Harry Keramidas, il montatore che ha tagliato la scena, ha tirato fuori i suoi appunti” ha riferito Gale. “La scena del pugno è stata rigirata, ma la ripresa che è stata utilizzata era etichettata come Ok, anziché come Buona. Quindi potrebbe essere ancora il pugno di Eric.”

Per averne la certezza, però, secondo lo sceneggiatore l’unico modo sarebbe “controllare i numeri effettivi sul negativo, ma nessuno rischierebbe di danneggiare il negativo in questo modo.”

Dovremo quindi accontentarci di questi dati, e probabilmente, come spesso succede, ognuno resterà convinto della sua teoria.

Per altri approfondimenti su Ritorno al Futuro, rimandiamo ai segreti dell’iconica scena di Johnny B. Goode con Michael J. Fox.

Fonte : Everyeye