I pantaloncini Tesla da 70mila dollari sono andati a ruba

Elon Musk mette in vendita un paio di shorts a 69.420 dollari: è una chiara provocazione, ma sono esauriti

Tesla Short Shorts

La Tesla ha messo in vendita un paio di pantaloncini corti, denominati Short Shorts, direttamente sul proprio shop alla bellezza di 69.420 dollari. E, ovviamente, i tanti seguaci di Elon Musk, che ha anticipato l’avvio della vendita su Twitter, sono letteralmente impazziti.

No, non stiamo scherzando, l’immagine in alto lo conferma, anche se attualmente i pantaloncini non sono più ordinabili, visto che proprio stamattina sono esaurite anche le ultime taglie disponibili. Ma cos’hanno di così speciale per costare 69.420 dollari? Ok, sono ben fatti, e la descrizione tesse le loro qualità: “Festeggia l’estate con i pantaloncini corti della Tesla. Corri e divertiti con il nostro design con finiture in raso rosso e oro. Rilassatevi a bordo piscina o nella lounge con i nostri pantaloncini Tesla Short Shorts in edizione limitata, con il logo Tesla davanti e “S3XY” sul retro. Godetevi un comfort eccezionale”.

Ma ovviamente, dietro c’è lo zampino di Elon Musk che, da abile maestro quale è, ha inscenato una provocazione delle sue. Il tutto nasce dal valore record delle azioni della Tesla, che hanno raggiunto quota 1275,18 (12 mesi fa valevano 230 dollari), tanto da portare la casa americana ad avere un valore in borsa addirittura superiore a un colosso dell’auto come la Toyota.

L’incremento delle azioni Tesla è (anche) il risultato del Q2 del 2020 (aprile-maggio-giugno), dove, nonostante il lockdown, la casa americana ha prodotto 82.000 veicoli (di cui 6.326 Model S e X e 75.946 tra Model 3 e Y) consegnandone 90.650 (10.600 Model S e X e 80.059 Model 3 e Y).

Musk ha quindi deciso di festeggiare il record annunciando su Twitter la vendita dei Tesla Short Shorts. Dietro il nome stesso dei pantaloncini in realtà c’è una presa in giro verso chi aveva scommesso contro, ossia gli “Shorts” (parola con la quale si intende la vendita allo scoperto di azioni, il che equivale a scommettere sul prezzo di un titolo che sta scendendo).

Anche il prezzo di 69.420 dollari è simbolico perché i 420 dollari sono il chiaro rifermento alla quotazione delle azioni Tesla quando Musk, un anno fa, annunciò di volerla ritirare dalla Borsa e renderla privata, ottenendo una ferma condanna da parte della SEC, l’organismo preposto al controllo delle società quitate.

Fonte : Wired