Educamp al via, il centro estivo sportivo per la prima volta al Giulio Onesti

Educamp Foto Mezzelani GMT016copAl Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” di Roma crescono i campioni azzurri di domani.

Ha preso il via oggi l’Educamp CONI che promuove l’attività sportiva tra i giovani dai 6 ai 14 anni. L’edizione 2020 del progetto del Comitato Olimpico Nazionale Italiano dedicato ai centri sportivi estivi multidisciplinari assume l’importante valore simbolico di ripartenza dopo il lockdown causato dalla pandemia di Covid-19 e si caratterizza quest’anno proprio per la novità del corso che si tiene al CPO, organizzato direttamente dal CONI, attraverso la Preparazione Olimpica e l’Istituto di Scienza dello Sport e in collaborazione con il Comitato Regionale Lazio, presieduto da Riccardo Viola.

Il centro estivo che ha esordito oggi sui campi dell’Acqua Acetosa terminerà il 4 settembre (7 settimane complessive) e grazie ad esso i giovani potranno accedere a un luogo “sacro” dello sport e praticare scherma, rugby, calcio, hockey, pallacanestro, taekwondo, baseball/softball, ginnastica e triathlon, interagendo anche con i campioni più titolati dello sport italiano.

Il programma settimanale, consultabile tramite il sito dedicato www.educamp.coni.it, permette infatti ai ragazzi di incontrare gli atleti che hanno scritto pagine indelebili dello sport tricolore, a partire da Marta Pagnini, bronzo olimpico ai Giochi Londra 2012 nel concorso generale di ginnastica ritmica ed ex capitano delle Farfalle e da Raffaela Masciadri, ex capitana della Nazionale di pallacanestro, primatista assoluta di presenze in Serie A con 790 gare all’attivo e Presidente della Commissione Nazionale Atleti del CONI che inaugureranno questa serie di appuntamenti al CPO il 9 luglio, giorno della presentazione ufficiale che si terrà alla presenza del Presidente del CONI, Giovanni Malagò.

Accanto al CONI, c’è ancora una volta “Kinder Joy of Moving”, il progetto di responsabilità sociale del gruppo Ferrero da anni partner del Comitato Olimpico Nazionale Italiano per lo sviluppo dell’attività sportiva giovanile, declinata sul territorio attraverso i Centri CONI, gli Educamp e il Trofeo CONI Kinder Joy of Moving.
Il progetto Educamp è stato adeguato alle Linee Guida Nazionali e alle prescrizioni che riguardano la tutela della salute e il contenimento del contagio ed è stato avviato attraverso un percorso di informazione e formazione gratuita, realizzato in collaborazione con la Federazione Medico Sportiva Italiana, per tutti gli operatori dello sport che partecipano. Si tratta di educatori tecnico-sportivi, laureati in Scienze Motorie o diplomati ISEF con qualifiche federali specifiche, in relazione alle discipline proposte in ogni singolo campo, che garantiscono professionalità ai centri estivi il cui punto di forza è l’interdisciplinarietà. Il progetto varia in base alla sede, ma assicura ovunque momenti dedicati all’attività sportiva intervallati con parentesi ludiche e ricreative.

Nella prima giornata romana i giovani (foto Mezzelani GMT Sport) hanno così potuto avvicinarsi e “provare” le nove discipline offerte e sperimentare il TEM, il Test di Efficienza Motoria sviluppato dall’Istituto di Scienza dello Sport del CONI per raccogliere i dati sulle capacità e abilità motorie dei ragazzi. Un test divertente, innovativo e utile per conoscere e far crescere i giovani campioni, concepito sotto forma di gioco e già introdotto e collaudato dal CONI nei suoi Educamp e al Trofeo CONI.

Le iscrizioni al centro estivo di Roma possono essere presentate attaverso l’area riservata http://areaeducamp.coni.it/, ma gli Educamp CONI sono presenti su tutto il territorio nazionale dove vince la formula smart, grazie alla proposta dei Comitati Regionali del CONI agli Organismi Sportivi e alle Associazioni Sportive e alle Società Dilettantistiche del territorio per una ripartenza dell’attività giovanile in sicurezza, con l’organizzazione dei centri sportivi estivi grazie alle varie realtà locali. Al momento il progetto ha già riscontrato l’interesse di 169 Associazioni attive in 15 Regioni diverse (con Liguria, Veneto e Sicilia leader), numero destinato a crescere ancora nei prossimi giorni. Genova è la città che detiene il numero più alto di realtà coinvolte (12), seguita da Torino (5).

Il claim del progetto è “Dal gioco ai Giochi”. Gli Educamp, infatti, favoriscono l’adozione di stili di vita corretti e l’orientamento nelle scelte future dei più giovani, gettando le basi per favorire la scoperta dei campioni azzurri di domani.

Fonte : Coni