La domenica degli Stati Popolari: gli invisibili si prendono piazza san Giovanni

 

Dai braccianti ai lavoratori dello spettacolo, passando dalla vertenza Whirlpool all’emergenza abitativa. Poi i rider, immigrati di seconda generazione, precari della scuola e di Alitalia. Sono gli Stati Popolari guidati da Aboubakar Soumahoro che, nella cornice di piazza San Giovanni, hanno deciso di alzare la voce: “Questa non è una piazza di contrapposizione ma di proposizione – dice Soumahoro – una piazza che vuole mandare un messaggio di condivisione che vuole rispondere alle ingiustizie e alle disuguaglianze. E’ la piazza della generosità”.

Fonte : Roma Today