Movida a Trastevere: risse e caos fuori controllo. Un residente esasperato lancia un vaso dalla finestra

L’assedio dei vigili a tutte le piazza della movida è senza sosta: pattuglie schierate per i controlli stradali, per sciogliere gli assembramenti, per verificare i locali. Ciononostante, questo primo week end di luglio va in archivio con l’ennesimo caos e con le scene ormai consuete del post lockdown. Urla e schiamazzi, risse, cori nei luoghi della movida. A farne le spese i residenti che ormai assistono impotenti al degenerare di questi comportamenti. 

Residenti esasperati

E l’esasperazione porta anche a reazioni fuori controllo. Come quella della notte tra venerdì e sabato quando nel cuore di Trastevere, in via di San Francesco a Ripa, durante l’ennesima rissa a colpi di casco, un residente si è affacciato alla finestra ed ha iniziato a discutere con un gruppo di giovani. La straffottenza di questi ultimi ha portato l’uomo a brandire un vaso prima e poi a lanciarlo contro il gruppo. Per fortuna nessuno è stato colpito, ma tanto è bastato per accendere la reazione dei giovanissimi che hanno anche provato ad arrampicarsi fino alla finestra dell’uomo. 

E sempre a Trastevere, nella notte tra sabato e domenica, un gruppo di ragazzi, evidentemente ubriachi ha spinto le gesta di un giovane che, palesemente alterato e seminudo si è arrampicato, scatenando la folla sottostante. 

Il tutto, come detto, nonostante i controlli dei vigili urbani. Nove denunce un arresto è il bilancio di via della Consolazione.

Chiuso un locale a Trastevere

Proprio a Trastevere gli agenti sono dovuti intervenire presso un locale, dove era in corso di svolgimento una festa con musica ad alto volume: oltre alla mancanza delle previste autorizzazioni per l’attività di ristorazione, sono emersi anche svariati illeciti di natura penale e amministrativa, tra cui la violazione di alcune regole anti-contagio, per un ammontare di sanzioni superiore ai 10mila euro. Ulteriori accertamenti sono tuttora in corso per verificare altre presunte irregolarità.

I numeri

Più di 4mila gli accertamenti eseguiti dagli agenti nelle serate di venerdì e sabato che hanno portato a 9 denunce, tra le quali 5 nei confronti di persone coinvolte in una rissa. Un uomo, originario della Repubblica del Gambia, invece è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti dopo essere stato sorpreso a smerciare droga nei pressi di piazza Trilussa. Chiuso anche un locale risultato privo di autorizzazioni.

I presidi fissi e le violazioni 

Diversi i presidi fissi delle pattuglie che si sono resi necessari in alcune zone maggiormente interessate dal fenomeno della movida, come a Trastevere, piazza Bologna e San Lorenzo, dove a causa di assembramenti che impedivano di fatto l’osservanza delle regole atte a limitare il contagio, gli operanti hanno dovuto isolare e chiudere momentaneamente al transito alcune aree. Oltre le violazioni, una ventina, accertate per il consumo e la vendita di alcolici fuori dall’orario consentito, sono stati rilevati illeciti, in alcuni casi anche di natura penale, in diversi locali: frode in commercio, mancanza di autorizzazione alla somministrazione di cibi e bevande, inosservanza  delle norme igienico-sanitario e reati di natura edilizia, sono le principali irregolarità riscontrate. Tre le persone denunciate. 

Rissa fermata a Piazza Venezia

Tempestivo l’intervento di una pattuglia nei pressi di piazza Venezia per una rissa in corso tra ragazzi di varie nazionalità: cinque le persone fermate e denunciate. Un uomo italiano, fermato a bordo di un Ferrari durante un controllo di polizia stradale nella zona di piazza Bologna,  invece è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per aver opposto resistenza agli agenti.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Parcheggiatori abusivi 

Una specifica attività di vigilanza è stata effettuata anche per garantire la sicurezza stradale e per contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi: più di 500 le infrazioni rilevate, con oltre 40 veicoli rimossi per sosta irregolare o d’intralcio. Durante i posti di controllo per contrastare i comportamenti pericolosi alla guida, fermati anche numerosi conducenti a bordo di monopattini. Ulteriori verifiche hanno riguardato le zone di Marconi ed Eur, con mirati servizi anti- prostituzione: 23 le sanzioni e 10 Daspo urbani applicati.
 

Fonte : Roma Today