Montagne di oggetti lerci e ciarpame: il mercatino del rovistaggio si prende Valmelaina

foto M.P. – Reporter Montesacro

Un’invasione di ciarpame e oggetti maleodoranti proprio accanto al mercato rionale del quartiere: il compravendita di cianfrusaglie di dubbia provenienza e in gran parte frutto del rovistaggio nei cassonetti della spazzatura si prende Valmelaina. Ancora una volta. 

Mercatino del rovistaggio a Valmelaina

Si perchè il mercatino del rovistaggio per via Giovanni Conti non è affatto una novità: da anni lungo il vialone che costeggia la struttura del mercato di Valmelaina sono decine i metri di marciapiede occupati da teli stesi in terra con sopra oggetti, accessori e vestiario in vendita. 

Un mercatino illegale che si prende anche le aiuole. Tanti i clienti alla ricerca dell’affare tra articoli sporchi e maleodoranti. Odori pestilenziali che, complici le alte temperature, invadono tutto il percorso: quello dei pedoni che si recano tra i banchi del mercato di Valmelaina, i primi costretti allo slalom tra i gingilli, gli altri  a convivere con i dirimpettai del rovistato. 

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Valmelaina, via Conti invasa da ciarpame e oggetti maleodoranti

Nel tempo in via Giovanni Conti blitz e controlli della Polizia Locale, ma nemmeno la task force istituita dal Municipio III al tempo del governo grillino è riuscita a cancellare il fenomeno. Così Valmelaina resta invasa da ciarpame e cianfrusaglie rovistate: dal “secondo” mercato, quello dell’illegalità.
 

Fonte : Roma Today