Come reinventarsi un lavoro dopo i 50 anni

Reinventarsi un lavoro dopo i 50 anni è possibile. Se hai perso il tuo impiego oppure hai deciso di lasciarlo per rifarti una vita all’insegna del nuovo, sappi che non tutto è perduto e che, anche dopo i 50 anni, è possibile reinventarsi un nuovo lavoro. Come? Vediamo insieme alcuni consigli utili.

Reinventarsi un lavoro dopo i 50 anni è possibile

Se hai perso il tuo vecchio lavoro o semplicemente stai pensando di dare un taglio alla tua vecchia vita ed avventurarti in nuove esperienze professionali, sappi che è fattibile. Anche dopo i 50 anni è possibile inventarsi un nuovo mestiere. Non si è mai troppo vecchi, l’importante è provarci fino in fondo. Ad una certa età, se si perde un lavoro, si può decidere di arrendersi, di gettare la spugna oppure darsi da fare per inventarsi una strategia e rientrare nel mondo del lavoro. Ovviamente ci vuole tanta forza di volontà e buon senso. Reinventarsi un mestiere dopo i 50 anni diventa sempre più comune, data la grande flessibilità presente oggi giorno nel mondo professionale. In periodi di crisi e non solo, sono diverse le persone che si sono trovate a casa senza un’occupazione e a doversi inventare qualcosa per trovare un nuovo lavoro. Molti di questi hanno deciso di mettersi in proprio e di incominciare una nuova avventura, facendo tesoro delle proprie esperienze maturate nel corso degli anni.

Segui la passione

Un primo consiglio che voglio darti, se in età adulta hai perso il lavoro e stai cercando di risollevarti, magari avviando un’attività tua, è quello di seguire la tua passione. Infatti, investire in un settore che poco ti piace, non sarà di certo producente e renderà tutto più pesante. Dunque cerca di lottare con tutte le tue forze in maniera tale da fare quello che più ti appassiona. Solo dopo averci provato, se ti rendi conto che non c’è nulla da fare, allora dovrai far rimanere il tuo sogno tale e dovrai scendere a compromessi, per portare a casa la famosa “pagnotta”.

Metti in campo impegno e presenza costante

Nel momento in cui decidi di avviare una tua attività, anche dopo i 50 anni resta salda una regola molto importante, ossia l’impegno. Per fare qualsiasi cosa nella vita ci vuole impegno, dedizione, passione, amore verso quello che si sta facendo. Se stai per metterti in proprio, dovrai impegnarti al massimo, perché tu sarai il capo, il dirigente, il manager. Di conseguenza devi essere presente nell’azienda, devi costantemente lavorare ai vari progetti. In fondo hai investito soldi tuoi in quell’attività, dunque se non va bene ci rimetterai tanti quattrini. Ricorda che l’azienda è tua e nessuno lavorerà al massimo se tu per primo non dai il buon esempio.

Ricorda che hai anni di esperienza alle spalle

Diventare imprenditore per un ultra cinquantenne non è impossibile. Ricorda che hai un punto di vantaggio non indifferente rispetto ai ventenni, ossia gli anni di esperienza alle spalle. Tu, più di un giovane alle prime armi, sai come funziona il mercato del lavoro, come muoverti al suo interno, come riuscire negli affari e quali strategie dover utilizzare. Gioca a tuo vantaggio queste carte e non te ne pentirai. Sicuramente per riuscire ci vuole anche un pizzico di fortuna, ma chi conosce il mondo del lavoro saprà come agire riducendo il margine di rischio.

Assicurati di avere le giuste disponibilità economiche

Aprire una nuova attività imprenditoriale significa investire dei soldi. Prima di incominciare qualsiasi cosa, assicurati di avere le giuste disponibilità economiche, oppure di poter accedere a forme di finanziamenti e sostegni economici. Se non hai a disposizione fondi personali da cui attingere, potrai ottenere prestiti oppure finanziamenti vari a tasso agevolato o magari un finanziamento a fondo perduto.

Punta sulle nuove tecnologie

La conoscenza della tecnologia e di tutte le sue potenzialità è indispensabile se stai decidendo di avviare una tua attività. Oggi nessun azienda può permettersi di non essere all’avanguardia da questo punto di vista. Dunque a 50 anni, per avere successo dovrai essere in grado di saper usare al meglio le nuove tecnologie, i social media, strumenti di comunicazione e marketing. Tutto questo ti permetterà di presentare la tua attività al meglio, sia ai clienti che a possibili finanziatori ed anche soci. Avere popolarità e farsi conoscere sul mercato in cui la concorrenza diventa sempre più marcata, è importantissimo nella riuscita della tua nuova attività. Non tutti però sono in grado di adoperare le tecnologie. Se anche tu fai parte di questa schiera, non demoralizzarti in quanto puoi sempre imparare. Infatti, ci sono molti corsi, alcuni dei quali anche gratuiti, a cui potrai attingere.

Mai perdersi d’animo

Non scoraggiarti mai, anche se l’impresa di inventarti un lavoro a 50 anni ti può sembrare difficile e piena di ostacoli. Certo ricominciare da zero non è facile ma neanche impossibile. Bisogna crederci nelle cose, avere la forza di risollevarsi e di guardare al futuro in maniera positiva, ottimista e grintosa. Fissati un obiettivo da raggiungere e fai di tutto per arrivare a ciò che è importane. Non si tratta di semplici parole ma di un consiglio che vale non solo da un punto di vista professionale, ma anche in ogni situazione di vita.

Alcuni settori su cui poter puntare

Ci sono alcuni settori su cui poter puntare se vuoi avviare una tua attività imprenditoriale. In particolare, il settore della produzione agricola non passa mai di moda, oltre ad essere un settore in crescita. Potrai ad esempio darti alla coltivazione di piante officinali che, ad oggi, rappresenta una buona occasione di guadagno e di business. Si tratta di un settore con una domanda crescente da parte della clientela, che nel corso del tempo può realmente garantire margini di espansione e miglioramento. Il consiglio è quello di incominciare a coltivare su scala ridotta, puntando su poche specie tra quelle più usate e conosciute sul mercato, come ad esempio timo, melissa, origano, lavanda, salvia. Quando ci avrai preso la mano, potrai puntare alla coltivazione di un maggior numero di piante.

Aprire una fattoria didattica. Nel corso degli ultimi tempi le fattorie didattiche sono aumentate, dando la possibilità di imparare molti aspetti del mondo agricolo. Puntare su questo settore di business in espansione, ti potrà garantire ottimi margini di guadagno e di successo, proprio per la formula che c’è alla base. Si tratta di un business alternativo che si sta affermando sempre di più anche in Italia. Ricordiamo che la qualifica per aprire una fattoria didattica è rilasciata dalle amministrazioni regionali. Se vuoi puntare a questo settore dovrai anche avvalerti di personale qualificato e creare un programma didattico-educativo che deve comporsi di una parte teorica e di una pratica.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Amministratore di condominio. Tutti possono diventare degli amministratori di condominio, basta solo seguire uno specifico corso e rimanere sempre aggiornati. Il compito di un amministratore è quello di gestire le parti comuni dello stabile, le spese, preoccuparsi dei lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione. Per ricoprire questo ruolo professionale c’è bisogno di possedere la Partita Iva ma anche la conoscenza delle varie norme giuridiche, tecniche, amministrative e fiscali. Si tratta di una figura professionale che resta particolarmente indispensabile e, per questo motivo, redditizia, su cui puoi puntare se vuoi reinventarti un lavoro a 50 anni.
 

Fonte : Today