Corso Francia, ubriaco in sella alla bici passa col rosso e inveisce contro gli agenti: arrestato

Un uomo di 47 anni è stato arrestato per aver aggredito gli agenti della Polizia Locale che avevano cercato di fermarlo dopo l’ennesimo semaforo passato col rosso. A bordo di una bicicletta con la pedalata assistita ha ‘bruciato’ molti semafori su Corso Francia, una zona ad alto scorrimento molto pericolosa per l’elevata velocità a cui viaggiano le macchine. È proprio lì che hanno trovato la morte le due sedicenni Gaia e Camila, investite dall’auto guidata dal 21enne Pietro Genovese. E lì l’uomo correva, incurante delle macchine che avrebbero potuto centrarlo in pieno. Alcune volte ha rischiato anche di centrare i pedoni che stavano attraversando la strada, mettendo così a rischio non solo la sua incolumità, ma anche quella delle altre persone.

Passa col rosso sulla bici e aggredisce agenti: arrestato

Una pattuglia di Polizia Locale del  XV Gruppo Cassia che stava pattugliando la zona ha notato il 47enne che sfrecciava ignorando i semafori e hanno deciso di fermarlo. Lo hanno bloccato in una traversa di Corso Francia, ma la reazione ottenuta non era esattamente quella che si aspettavano. Prima l’uomo ha scaraventato la bici in terra, poi ha provato a scappare, forse credendo di far perdere le sue tracce. Quando ha visto che la via di fuga era sbarrata dagli agenti li ha aggrediti, scagliandosi contro di loro. Una volta bloccato, è stato portato in ospedale al Santo Spirito, dove è stato sottoposto agli esami per verificare la presenza nel sangue di alcol e droga. Risultato positivo a entrambe, è stato arrestato con l’accusa di lesioni, resistenza e minacce a pubblico ufficiale.

Fonte : Fanpage