“Affacciati alla finestra”: sotto i lotti popolari di Ater al via un mese di spettacoli dal vivo

Dagli schermi televisivi alla piazza di quartiere. Sotto i lotti popolari dell’Ater, la Regione Lazio ha deciso di lanciare la rassegna “Affacciati alla finestra”. Quindici spettacoli dal vivo allieteranno le serate degli inquilini che abitano gli alloggi popolari.

Le tappe dell’iniziativa

Dal 1 luglio al 9 agosto comici già noti per le loro partecipazioni a Zelig, Seven Show e Made in Sud, si esibiranno nei giardini dei lotti popolari. Un tour estivo che vedrà protagonisti, tra gli altri, Alessandro Serra, Geppo, Nino Taranto, Stefano Vigilante e Paolo Pesce Nanna, “I sequestratori” e Sergio Viglianese. La loro comicità verrà portata in giro in quartieri come Pietralata, Ottavia, Corviale, Trullo, Garbatella, Tufello. Si spingerà tra i lotti del Tiburtino III, in quelli di Torrevecchia e Prima Porta. E raggiungerà i quartieri del  Laurentino, Valmelaina, Tor Pignattara, Vigne Nuove, Tor Bella Monaca e La Rustica.

L’obiettivo

“Portiamo l’Estate romana tra le palazzine dell’Ater per rafforzare il senso di comunità con serate di divertimento” ha annunciato l’assessore Massimiliano Valeriani, che ha sottolineato come quella messa in campo dalla Regione, “in una stagione avara di manifestazioni” sia un intervento in controtendenza. Ma coerente rispetto all’intenzione di valorizzare le periferie. 

La valorizzazione delle periferie

Un obiettivo verso cui Ater e Regione stanno lavorando, avviando progetti di riqualificazione, da Tor Vergata al Tiburtino III, passando per la Garbatella e Corviale. “Vogliamo accendere una luce e restituire attenzione e dignità a queste importanti zone della città” ha concluso l’assessore Valeriani. 

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Risate sicure

L’iniziativa mira inoltre a a sostenere lo spettacolo dal vivo, un settore duramente colpito dal lockdown legato all’emergenza sanitaria. L’allestimento delle serate terrà comunque in considerazione le limitazioni imposte per contenere il nuovo Coronavirus. E per garantire il rispetto del distanziamento sociale, verranno predisposti posti a sedere solo per i residenti che, dalle loro finestre, avrebbero una visuale penalizzante.
 

Fonte : Roma Today