Nuovi sistemi di qualificazione olimpica decisi della Federginnastica internazionale

Federginnastica losannaLa Federazione Internazionale di Ginnastica ha pubblicato il nuovo sistema di qualificazione per i Giochi della XXXII Olimpiade di Tokyo 2020 rivisto e corretto, dopo la decisione del CIO per il rinvio al 2021, e in base alle decisioni della Commissione Tecnica FIG, per quanto concerne gli eventi di Artistica, Ritmica e Trampolino Elastico.

Questa nuova versione, che è stata approvata dal Comitato Olimpico Internazionale, rispetta i principi fondamentali stabiliti. Tuttavia, lo spostamento di un anno delle Olimpiadi, nonché delle ultime competizioni di qualificazione previste tra metà marzo e maggio 2020, hanno portato le istituzioni di Losanna a modificare alcuni criteri. Le principali novità riguardano:

  • La proroga del periodo di qualificazione fino al 29 giugno 2021, come stabilito dal CIO.

L’allungamento del periodo di competenza consente una maggiore forbice per lo svolgimento dei Mondiali e dei Campionati continentali che non è stato possibile disputare nella prima metà del 2020. In questo modo potranno essere disputate le rassegne iridate di Aerobica, Acrobatica e Parkour e quelle europee di Artistica maschile, Artistica femminile, Ritmica e Trampolino.

  • L’età minima richiesta per partecipare ai Giochi del 2021. I criteri rimangono sostanzialmente conformi all’articolo 5.2 del Regolamento Tecnico FIG che specifica l’età minima necessaria nell’anno della competizione per competere ai Giochi Olimpici. Quindi, di fatto, si apre una chance per le ragazze del 2005 e per i ragazzi del 2003 che compiranno, rispettivamente, i sedici e i diciotto anni nel 2021, passando quindi nella categoria senior fin dal prossimo 1° gennaio.

“Siamo contenti di essere riusciti, insieme al CIO, ad aggiornare rapidamente il sistema di qualificazione al fine di dare agli atleti conferma che le chance su cui puntavano restano invariate, e quindi di rincuorarli nel corso della preparazione al più grande evento della loro carriera sportiva “, ha dichiarato il presidente della FIG Morinari Watanabe.

La Federazione Internazionale sta attualmente lavorando con la Federazione Europea e gli organizzatori delle Coppe del mondo per stabilire nuove date per le restanti gare qualificanti. Alla fine del 2019, una grande parte dei 324 posti olimpici della Ginnastica erano già stati assegnati, e tra questi c’erano i quattro dell’Italdonne GAF, i cinque delle Farfalle, i due delle individualiste di Ritmica e i pass nominativi di Marco Lodadio e Ludovico Edalli, per un totale di 13 ammissioni italiane. Restavano un paio di carte olimpiche nell’artistica femminile, con almeno una certa e contesa tra Vanessa Ferrari e Lara Mori, una carta per il Trampolino e un’altra per l’artistica maschile, attraverso l’all around europeo.

Fonte : Coni