Avatar, riprendono i lavori in Nuova Zelanda per i sequel del film

Il produttore di Avatar 2, Jon Landau, ha annunciato su Instagram che la prossima settimana ricominceranno le riprese

Il mondo delle grosse produzioni Hollywoodiane comincia a risvegliarsi dopo il lungo letargo scattato della pandemia di COVID-19 che ha interrotto l’avvio della lavorazione dei film più attesi in tutto il mondo.

Anche la mastodontica macchina che sta preparando la produzione dei sequel di Avatar nella nuova Zelanda  finalmente potrà riprendere.

A darne notizia è stato lo stesso produttore della saga Jon Landau, che ha pubblicato su Instagram una nuova foto dal set dichiarando: “I nostri set di Avatar sono pronti – e non potremmo essere più entusiasti di tornare in Nuova Zelanda la prossima settimana. Dai un’occhiata al Matador, una nave di comando ad alta velocità (in basso) e al jetboat Picador (in alto) – non vedo l’ora di condividere altro dal set!“.

La produzione dei quattro sequel di Avatar, che James Cameron sta girando tutti insieme nelle strutture della Nuova Zelanda, si è interrotta lo scorso 17 marzo quando la commissione cinematografica del paese ha bloccato il lavoro televisivo e cinematografico. All’inizio del mese di maggio, tuttavia, le autorità competenti della Nuova Zelanda hanno approvato nuovi protocolli di sicurezza, iniziando così la ripresa delle riprese. Avatar 2 e 3 erano all’inizio previsti per il 2014 e il 2015 rispettivamente, ma per via di numerosi ritardi dovuto alle difficoltà di scrittura e quant’altro, James Cameron ha dovuto rivedere i suoi piani, ed ora il primo dei sequel arriverà alla fine del prossimo anno, e dovrebbe arrivare un nuovo film ogni due anni fino al 2027.

Ricordiamo che il cast vede i ritorni di Sam Worthington, Zoe Saldana, Sigourney Weaver e Stephen Lang, oltre alle new entry di Kate Winslet, David Thewlis, Michelle Yeoh, Jemaine Clement, Oona Chaplin, Edie Falco, Cliff Curtis e CCH Pounder.

Fonte : Sky Tg24