Justice League, 3 anni fa Zack Snyder abbandonava le regia del film

Negli ultimi giorni i fan DC hanno potuto festeggiare la notizia della release dello Synder Cut di Justice League su HBO Max, comunicata da Zack Snyder in persona durante il live-commentary di Man of Steel. Ma di oggi, 22 maggio, ricorre il terzo anniversario dell’allontanamento ufficiale dal progetto cinematografico da parte del regista.

È una ricorrenza davvero peculiare: il 22 maggio 2017 Zack Snyder annunciava il suo addio a Justice League.

La causa, come tutti ormai sappiamo, fu tra le più tragiche, il suicidio della figlia del regista.

A questo punto della storia, Snyder aveva messo su un montaggio preliminare del film della durata approssimativa di due ore e venti minuti, risultato dei tagli e delle modifiche alla versione che poi sarebbe divenuta nota con il nome di Snyder Cut, che tuttavia non aveva soddisfatto nessuna delle parti.

Così, alla dipartita di Snyder seguì l’avvento di Joss Whedon, chiamato a terminare ciò che il collega aveva iniziato. Questi, con il benestare degli studios, apportò diversi cambiamenti, e operò anche svariati reshoot, che condussero poi alla versione definitiva che abbiamo visto al cinema, e che in ultimo si rivelò un flop di critica e pubblico.

Ma l’esistenza di una versione integrale del girato di Snyder fu presto resa nota, seppur inizialmente con aria di leggenda, e da quel momento la volontà dei fan più accaniti di vedere sullo schermo lo Snyder Cut non ha fatto che manifestarsi con entusiasmo sempre più crescente.

#ReleasetheSnyderCut è l’hashtag su un film WB più twittato di sempre, ma è un film che non hanno mai dostribuito. È una statistica decisamente bizzarra, ma è figo” aveva dichiarato Snyder in merito al trend, che in occasione del suo secondo anniversario aveva raggiunto delle cifre decisamente notevoli.

Ora, a tre anni da quel fatidico annuncio, Zack Snyder potrà aggiugervene uno dal sapore decisamente più dolce.

Quando abbiamo lasciato il film, ho preso semplicemente il drive con la mia versione sopra. Non avrei mai pensato che sarebbe potuto diventare davvero qualcosa“. E invece…

Fonte : Everyeye