Le elezioni regionali si terranno il 12 e il 13 settembre

Le elezioni regionali previste per il 2020 si terranno il 12 e il 13 settembre. È questa la data che sembra ormai decisa e che Fanpage.it apprende da fonti di governo. Si voterà, quindi, su due giorni, diversamente da quanto avvenuto nelle ultime tornate elettorali. Nel 2020, ricordiamo, sono chiamati al voto i cittadini di sei diverse Regioni a statuto ordinario più quelli della Valle d’Aosta. Le sei Regioni che dovranno tornare al voto sono: Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana e Veneto. Come detto, a queste si aggiunge anche la Valle d’Aosta, dopo lo scioglimento anticipato dell’assemblea regionale. Qui, comunque, il sistema elettorale è completamente diverso rispetto a quello delle altre Regioni italiane.

Il rinvio delle elezioni regionali per il Coronavirus

Il rinvio del voto è stato necessario a causa dell’emergenza Coronavirus. Inizialmente la data fissata era quella del 19 aprile per la Valle d’Aosta, mentre per Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana e Veneto la chiamata alle urne era prevista per maggio. Il governo ha deciso di evitare una chiamata al voto dei cittadini in piena fase emergenziale, con i contagi da Coronavirus in crescita in tutta Italia. Così si è arrivati al decreto di aprile approvato dal Consiglio dei ministri, con il quale il governo ha individuato le date possibili per le elezioni regionali. Il ritorno al voto per eleggere i nuovi presidenti di Regioni erano previste per una data in autunno, tra il mese di settembre e quello di ottobre. Nel 2020, inoltre, si è già votato in Calabria ed Emilia-Romagna, dove sono stati eletti presidenti Jole Santelli (centrodestra) e Stefano Bonaccini (centrosinistra).

Fonte : Fanpage