Reboot Scarface, Luca Guadagnino è il regista

Una nuova versione di “Scarface” arriverà al cinema, diretta da Luca Guadagnino, a caccia di un successo internazionale dopo “Chiamami col tuo nome”

Svariati i registi italiani che negli ultimi anni sono riusciti a imporsi nel mondo di Hollywood. Basti pensare a Paolo Sorrentino, Matteo Garrone, Stefano Sollima e Luca Guadagnino. Quest’ultimo si è messo in mostra, a livello internazionale, grazie a “Chiamami col tuo nome”, con Timothée Chalamet.

Dopo il discusso remake di “Suspiria”, il regista è pronto a lanciarsi in un nuovo progetto. La Universal lo ha infatti ingaggiato per un remake che farà di certo discutere: “Scarface”. L’ultima versione della sceneggiatura è stata scritta da Joel ed Ethan Coen, lavorando su bozze di Gareth Dunnet-Alcocer, Jonathan Herman e Paul Attanasio. Una chance decisamente ghiotta per la carriera di Guadagnino, che ha già lavorato con grandi attori internazionali e potrà tornare a farlo su questo set.

Sul web si inizia già a commentare la notizia, sottolineando dubbi sulla scelta registica, considerando i tipi di film realizzati in carriera. A ciò si aggiunge una critica relativa alla scelta di tentare di replicare il successo di “Scarface” di Brian De Palma. Quest’ultimo è però a sua volta un adattamento, datato 1983. Una nuova versione della storia narrata nel film del 1932. L’idea è ora quella di proporre una rivisitazione, non proponendo al grande pubblico un remake che vada a seguire punto dopo punto quanto già visto in sala. Nessuna news per ora sul possibile cast. Resta dunque da capire chi prenderà il posto di Al Pacino e Michelle Pfeiffer.

Luca Guadagnino, la carriera

È un regista, sceneggiatore e produttore siciliano, nato a Palermo nel 1971. Ha vissuto in Etiopia fino all’età di sei anni. Tornato poi in Sicilia, ha avviato e completato il percorso di studi, laureandosi in Lettere con una tesi sul regista Jonathan Demme.

A partire dal 1996 gira svariati documentari, per poi fare il proprio esordio con un lungometraggio nel 1999. Il film in questione è “The Protagonists”, che venne presentato al Festival del cinema di Venezia, così come il docufilm “Cuoco contadino” nel 2004. Al Locarno presenta invece “Mundo civilizado” nel 2003, per poi raggiungere un grande successo commerciale con “Melissa P.”, adattamento del romanzo “100 colpi di spazzola prima di andare a dormire”, che fece al tempo molto scalpore.

In un’intervista del 2018 Guadagnino ha poi spiegato di non aver potuto portare in sala il proprio montaggio finale. La versione cinematografica dunque non rispecchia la sua visione. Candidato ai Golden Globe e ai BAFTA per “Io sono l’amore”, film del 2009 che il regista ha anche scritto e prodotto.

Cast stellare nel 2015 per il suo “A Bigger Splash”, con Tilda Swinton, Ralph Fiennes e Dakota Johnson. Pellicola ambientata sull’isola di Pantelleria e presentata alla Mostra del cinema di Venezia, candidata al Leone d’oro. Swinton e Johnson che tornano a essere dirette da Guadagnino nel 2018, partecipando al remake di “Suspiria”. Un film che segue il successo stellare di “Chiamiami col tuo nome”, che ha di fatto lanciato la carriera di Timothée Chalamet (anche se non al suo esordio).

Fonte : Sky Tg24