Parchi affollati a Roma, aumentati i controlli nelle aree verdi della città

in foto: Roma, parco della Caffarella. Foto realizzata ieri, 9 maggio

Molti romani hanno trascorso la domenica nei parchi e nelle ville storiche della Capitale per fare una passeggiata a piedi o in bicicletta. Qualcuno, però, ha approfittato del bel tempo anche per sdraiarsi sul prato, chiacchierare con amici o prendere il sole, tutte attività ancora vietate dal decreto del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in merito alle misure anti contagio. La vigilanza da parte degli agenti della polizia locale è aumentata in tutte le aree verdi della città e anche sulle strade verso il mare, verso i laghi e in direzione dei Castelli Romani. Nei parchi, ricordiamo, è consentito l’accesso per attività motoria e sportiva individuale. Le distanze da rispettare dalle altre persone sono di almeno un metro per l’attività motoria e almeno due metri per l’attività sportiva.

Raggi: “Oggi 5.500 controlli, mai abbassare la guardia”

“Nella sola giornata di ieri sono stati oltre 12 mila i controlli effettuati dai vigili che, fino a tarda notte, hanno presidiato le strade in uscita da Roma, il litorale e le attività commerciali per garantire il rispetto delle regole e per evitare il rischio di diffusione del contagio. Sono stati poco più di 30 i comportamenti proibiti sanzionati per spostamenti senza un valido motivo, soprattutto in direzione del mare”, ha annunciato la sindaca di Roma, Virginia Raggi, su Facebook. Nella mattinata di oggi sono state effettuate 5.500 verifiche, ha informato la prima cittadina.  “E’ fondamentale non abbassare la guardia e mantenere alta l’attenzione anche in questa fase, perché non possiamo vanificare i sacrifici fatti nelle settimane scorse. Stiamo tornando in maniera graduale alla normalità, ma la strada è ancora lunga”, ha scritto ancora la sindaca.

Fonte : Fanpage