Guardiani della Galassia: c’è un ultimo easter egg che non avevate notato, ecco quale

James Gunn è conosciuto per essere uno dei registi più assidui nell’inserire easter egg all’interno dei suoi film. Uno dei suoi titoli che concentra più easter egg è certamente Guardiani della Galassia e proprio in tal senso c’è una novità piuttosto interessante per i fan, confermata (in parte) proprio dallo stesso James Gunn nelle ultime ore.

Nel week-end Erik Voss di New Rockstars ha pubblicato un nuovo video su YouTube, durante un approfondimento di Guardiani della Galassia. Durante il video, Voss non solo ha ipotizzato che la colonna sonora del film sia intrecciata con la narrazione del film stesso ma a quanto pare Meredith Quill potrebbe essere l’avatar di un’entità ultraterrena come Lady Death o Eternity.

In effetti è stato confermato che Death, Entropy, Eternity ed Infinity si trovano sui dipinti delle pareti nel tempio Morag, dove Peter Quill trova per la prima volta la Gemma del Potere. Se si osserva con attenzione si vede che le quattro entità astratte stanno forgiando le sei Gemme dell’Infinito. Quando vediamo Meredith Quill dopo che Peter prende la Gemma del Potere alla fine del film è circondata da una foschia cosmica. Lo stesso design si vede quando Gamora e Peter stanno ascoltando il walkman di Peter, e Voss ipotizza che in realtà Knowhere sia presente una delle precedenti forme organiche di Ego.
E quando si vedono Gamora e Peter in intimità la scena sia vista attraverso lo sguardo di Ego che guarda verso Eternity, la madre di Peter.
Diverse informazioni stanno uscendo su Guardiani della Galassia in questi giorni. Un look inedito su Gamora è stato pubblicato negli ultimi giorni.
Inoltre James Gunn ha spiegato di non apprezzare il vecchio film di Howard il Papero, nonostante ami tantissimo il personaggio, tanto da averlo inserito in un cameo in Guardiani della Galassia.

speciale

Star-Lord, Groot, Rocket Raccoon, Drax e Gamora: I Guardiani della Galassia

Fonte : Everyeye