Coronavirus, nel Lazio 6309 casi da inizio epidemia. Indagine epidemiologica all’Ateneo Salesiano

Sono 4573 gli attuali casi positivi al coronavirus nella Regione Lazio. Di questi 2970 sono in isolamento domiciliare, 1442 ricoverati non in terapia intensiva e 161 sono ricoverati in terapia intensiva. Sono invece, complessivamente, 389 sono i pazienti deceduti e 1347 le persone guarite.

Numeri che, sommati, danno un totale di 6309 casi esaminati nel Lazio. Nella giornata di domenica, a Roma città, sono stati quarantotto nuovi positivi al Covid19, 20 in più rispetto a quelli riscontrati il 25 aprile. 

Tra questi ci sono anche i casi all’interno dell’Ateneo Salesiano dove è in corso, nelle ultime ore, una indagine epidemiologia. La ASL Roma 1, tuttavia, nella giornata di domenica ha voluto sottolineare quanto la situazione sia “totalmente sotto controllo”.

“Al momento si rilevano 6 casi positivi, già ricoverati presso struttura ospedaliera, e altri 19 casi positivi in attesa di trasferimento, ma la conformazione della struttura ha consentito di mettere facilmente in sorveglianza sanitaria tutti gli ospiti, e sono state fornite sin dall’inizio all’Università precise indicazioni per operare in massima sicurezza”, spiegano i sanitari. 

Selezione volontari del vaccino

Il 26 aprile è stata anche la giornata di un annuncio da parte di Alessio D’Amato, l’assessore alla sanità nel Lazio: “Entro maggio saranno selezionati i primi volontari per la sperimentazione del nuovo vaccino per il COVID-19, Roma e l’Istituto Spallanzani sono in prima linea in questo progetto di ricerca. E’ una sfida molto ambiziosa, ma siamo pronti e siamo l’unica Regione ad aver investito sulla sperimentazione per il vaccino.

Gli ultimi dati dalle Asl di Roma 

Asl Roma 1 – 18 nuovi casi positivi. 24 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Proseguono i controlli nelle RSA e case di riposo del territorio. Continuano controlli all’Ateneo Salesiano: situazione sotto controllo;

Asl Roma 2 – 19 nuovi casi positivi. 5 le persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Proseguono i controlli nelle RSA e case di riposo del territorio. E’ stato predisposto da parte della Asl il trasferimento dei casi negativi tamponati dall’Hotel Capannelle ai luoghi dove erano originariamente ospitati;

Asl Roma 3 – 11 nuovi casi positivi. 22 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli sulle RSA e case di riposo del territorio: si stanno eseguendo i tamponi a Villa Carla, al San Vincenzo Pallotti e alla Merry house;

Asl Roma 4 – 1 nuovo caso positivo. 50 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Le USCA-R a lavoro sul territorio per i controlli nelle RSA e case di riposo del territorio;

Asl Roma 5 – 7 nuovi casi positivi. Continuano i controlli nelle RSA e case di riposo del territorio. Le USCA-R sono a lavoro nel Comune di Guidonia;

Asl Roma 6 – 22 nuovi casi positivi di cui 6 riferibili al cluster della RSA Villa delle Querce. 56 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continua il monitoraggio alla RSA San Raffaele di Rocca di Papa, alla RSA San Raffaele di Montecompatri e Villa Nina;

I dati delle Asl nei capoluoghi di provincia 

Asl di Latina – 1 nuovo caso positivo. 0 decessi. 274 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare;

Asl di Frosinone – 3 nuovi casi positivi. 0 decessi. 16 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. I tamponi finora eseguiti all’Ospedale di Alatri sono tutti negativi;

Asl di Viterbo – 3 nuovi casi positivi. Deceduta una donna di 81 anni con gravi patologie pregresse. 42 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare;

Asl di Rieti – 0 nuovi casi positivi. Deceduta una donna di 60 anni. 4 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare;

Gli ultimi dati delle aziende ospedaliere di Roma

Policlinico Umberto I – 99 pazienti ricoverati di cui 14 in terapia intensiva. 2 pazienti guariti;

Azienda ospedaliera San Camillo – Non si registrano nuovi casi in accesso al pronto soccorso nelle ultime 24 ore. Operativo il laboratorio per il test COVID H24;

Azienda sanitaria Sant’Andrea – 38 pazienti ricoverati di cui 9 in terapia intensiva. Non si registrano nuovi casi in accesso al pronto soccorso nelle ultime 24 ore. 4 pazienti guariti;

Azienda Ospedaliera San Giovanni – Non si registrano nuovi casi in accesso al pronto soccorso nelle ultime 24 ore. Operativo il laboratorio per il test COVID H24;

Policlinico Gemelli – 129 pazienti ricoverati al Covid Hospital Columbus di cui 25 in terapia intensiva;

Policlinico Tor Vergata – 110 pazienti ricoverati di cui 11 in terapia intensiva. 1 paziente guarito;

Ares 118 – Operativo al numero verde 800.118.800 il servizio di assistenza psicologica per i cittadini;

Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – 20 pazienti ricoverati al Centro Covid di Palidoro: 6 mamme e 14 bambini. I tre bambini ricoverati in terapia intensiva continuano a migliorare e a rispondere bene alle cure. Trasferita 1 mamma sintomatica per cure presso centro adulti;

Università Campus Bio-Medico – 33 pazienti ricoverati al Covid Center Campus Biomedico di cui 11 in terapia intensiva. Guarito un paziente di 81 anni. Il 60% degli operatorio è stato sottoposto a sorveglianza sanitaria.  

Coronavirus: nessun decesso a Roma nelle ultime 48 ore

L’assessore D’Amato, al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere e Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù ha così commentato i dati di domenica: “Prosegue un andamento stabilmente sotto i 100 casi e un trend al 1,5%. A Roma città infine nelle ultime 48 ore non si registrano decessi. Si amplia la forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (20.123) e coloro che sono entrati in sorveglianza (11.102) di circa 9 mila unità. Aumentano i controlli sulle Rsa e le strutture socio-assistenziali private accreditate – continua l’assessore – Sono ad oggi 534 le strutture per anziani ispezionate su tutto il territorio”.

As Roma: “Noi mai contro ripresa allenamenti e campionato”

Nel frattempo da maggio inizieranno anche gli allenamenti delle squadre di Serie A, un tema che molto ha fatto discutere. La Roma, attraverso il proprio medico, il dottor Andrea Causarano, “non ha mai espresso parere sfavorevole alla ripresa degli allenamenti in vista della ripartenza del campionato di Serie A”.

La Roma “in questa settimane ha già lavorato con le strutture sanitarie competenti per attivare tutti i protocolli necessari per la salvaguardia della salute degli atleti: l’auspicio è che tutti affrontino i problemi per trovarne le soluzioni e non per strumentalizzarli”.

Coronavirus: le altre notizie della giornata

Nemi: check-point a Villa Delle Querce, 30 contagi di Covid-19

Coronavirus, fine quarantena: i primi 12 ospiti dell’albergo Covid lasciano Statuario

Medicine e domicilio grazie alla nuova piattaforma web

Dopo Corviale e San Basilio “Sotto lo stesso cielo tour” ipnotizza anche Tor Bella Monaca

Focolaio all’Università Pontificia Salesiana

Cluster alla RSA di Rocca di Papa, la preoccupazione dei parenti

Mascherine fantasma. La Regione Lazio rescinde il contratto e chiede i danni

Test sierologici alla Polizia Locale. Paga la Regione Lazio

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Tensioni nell’albergo Covid di Statuario

Articolo aggiornato alla ore 08:35 del 26 aprile 2020. 

Fonte : Roma Today