Fase 2, attività motorie e sportive: che cosa cambia dal 4 maggio

Attività motorie, attività sportive e fase 2: che cosa sta per cambiare? Dal 4 maggio c’è un primo importante allentamento delle restrizioni. Il premier Giuseppe Conte ha spiegato nel suo discorso di domenica sera quali sono le novità in arrivo.

“Consentiamo l’accesso a parchi, ville e giardini pubblici ma con misure di distanziamento sociale, i sindaci potranno disporre la chiusura di queste aree” se non si può garantire il distanziamento sociale. Saranno consentiti allenamenti per atleti di discipline individuali. Per l’attività sportiva  sarà necessario mantenere 2 metri di distanziamento sociale, “per l’attività motoria basterà un metro di distanza” ha detto il premier.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

“Questo piano parte dal 4 maggio. Lo presentiamo con giorni di anticipo perchè è ben preparato e curato e servono giorni per attuarlo”. Lo ha confermato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, presentando in conferenza stampa il piano di ripartenza e ringraziando la task force Colao.  Conte ha ricordato di “tenere la distanza sociale o la curva risale. Se ami Italia mantieni le distanze”.

Coronavirus, Conte annuncia la fase 2: cosa cambia dal 4 maggio

Fonte : Today