Steve Carell fu capace di terrorizzare il cast di Foxcatcher

Uno dei luoghi comuni più comuni sul cinema è quello secondo cui la carriera di un attore comico non è completa, e quell’attore non può definirsi realmente grande, prima di aver superato la prova della performance drammatica: con Foxcatcher possiamo tranquillamente asserire che Steve Carell abbia fatto il suo dovere da questo punto di vista.

La prova della star di The Office nel film di Bennett Miller gli valse infatti i meritati applausi di audience e addetti ai lavori, tanto da portarlo addirittura alla Nomination agli Oscar 2015 come Miglior attore protagonista.

Qualcuno, però, sembra serbare un ricordo a dir poco traumatico dell’esperienza sul set con Carell: secondo quanto rivelato da Mark Ruffalo, infatti, Carell divenne simile in una misura quasi inquietante a John Eleuthère du Pont (grazie ovviamente anche allo strepitoso lavoro dei truccatori), al punto da terrorizzare tutti gli altri attori presenti durante le riprese.

Cercavano tutti di stagli lontano. John du Pont era repellente, così il modo in cui avevano modificato l’aspetto di Steve lo rendeva repellente e non sapevi cosa dirgli o cosa fare quando era nei paraggi. Non ti sentivi mai a tuo agio” furono le parole di un ancora traumatizzato Ruffalo.

Cosa ne dite? Avete trovato anche voi Steve Carell così disgustoso nei panni di John du Pont? Per rinfrescarvi la memoria eccovi la nostra recensione di Foxcatcher.

Fonte : Everyeye