Addio Giulietto Chiesa, morto il giornalista e politico non allineato

“Giulietto Chiesa è morto. Non riesco ancora a salutarlo”. Così su Facebook, Vauro Senesi, che posta una foto dell’amico scomparso. “Ricordo – scrive il vignettista – i suoi occhi lucidi di lacrime, a Kabul, davanti ad un bambino ferito dallo scoppio di una mina. È morto un uomo ancora capace di piangere per l’orrore della guerra. I suoi occhi sono un po’ anche i miei”. 

Giornalista professionista, è stato corrispondente da Mosca per L’Unità e La Stampa, oltre che per il TG5, il TG1 e il TG3. Ma ha avuto anche un’intensa vita politica. Ex dirigente della Federazione di Genova del Partito comunista italiano. Nel 2004 eletto parlamentare europeo nella lista Di Pietro-Occhetto.  Il 15 novembre 2017, insieme ad Antonio Ingroia, fonda un nuovo partito denominato “La Mossa del Cavallo”;[26] successivamente il nome verrà cambiato nel definitivo “Lista del Popolo per la Costituzione”.

Negli ultimi anni si era dedicato  al suo progetto PANDORATV.IT, televisione on line dedicata all'”attualità italiana e internazionale” con l’esclusiva, in Italia, delle immagini del network Russia Today e della sua sussidiaria Ruptly, che integra con contenuti prodotti dalla redazione. Ha anche curato a lungo un blog per il Fatto Quotidiano, dove ha spesso avanzato teorie non allineate.

Fonte : Affari Italiani