25 aprile: assembramenti non autorizzati in città, interviene la polizia per disperderli

Assembramenti non autorizzati il 25 aprile a Roma per la Festa della Liberazione dove è stato necessario l’intervento della polizia che ha allontanato i presenti, senza il registrarsi di tensioni. Tre i casi accertati dagli agenti, all’Alessandrino, a Torpignattara ed alla Garbatella con altri assembramenti spontanei avvenuti anche nelle zone di Centocelle e del Pigneto.

In particolare gli interventi sono avvenuti in piazzale Alessandrino dove gli agenti del locale commissariato hanno invitato una trentina di persone, riunitesi in un assembramento non autorizzato alla presenza di adulti e bambini, ad alontanarsi dalla piazza del quartiere delle periferia sud est della città.

Stesso scenario anche al parco Sangalli, fra Torpignattara e Vigne-Alessandrino, ed in largo Nicolò Licata alla Garbatella. In tutti e tre i casi una volta invitati dalle forze dell’ordine ad allontanarsi i partecipanti agli assembramenti si sono disciolti.

Altri flash mob ed assembramenti non autorizzati sono stati attuati anche nella zona di Centocelle (via Chiovenda) ed in piazza Nuccitelli al Pigneto.

Tante le proteste sui social e da parte di alcuni esponenti politici, come nel caso del leader della Lega Matteo Salvini che postando un video nell’area di Torpingattara ha scritto: “Per le strade di Roma, oggi (ieri 25 aprile ndr). Senza polemica, solo una riflessione. Gli Italiani sono chiusi in casa, niente funerali, messe e matrimoni, niente bimbi nei parchi giochi, multe a chi corre o porta il cane lontano da casa. Ma con la bandiera rossa tutto è possibile. Boh..”.

A fare da contraltare le parole di Paolo Cento esponente di Sinistra Italiana-Leu: “Da Salvini alla Mussolini una cagnara inaccettabile per il 25 aprile al quartiere Pigneto a Roma. Un pacifico ricordo spontaneo del 25 aprile in un quartiere romano non può diventare il pretesto per una polemica infondata”

A Roma e in tutta Italia – prosegue l’esponente di Leu – c’è stata una grande compostezza nel ricordare la festa della Liberazione nel rispetto delle regole e delle limitazioni imposte dal governo.”

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

“Sono stati milioni gli italiani alle 15 dai balconi hanno partecipato alla manifestazione online promossa dall’ Anpi, e sono inutili – conclude Cento – le pretestuose proteste di una destra che a 75 anni di distanza non accetta ancora quella pagina di storia“.

Fonte : Roma Today