Massimo Giletti: “Al funerale di mio padre mi trovai accanto Cairo, dalla Rai neanche un telegramma”

Puntuale come la primavera arriva anche quest’anno l’ipotesi di un ritorno di Massimi Giletti in Rai. Padrone di casa di ‘Non è l’Arena’ su La7, il conduttore e giornalista ha lasciato il servizio pubblico quattro anni fa, non senza polemiche. Ed oggi in un’intervista a SuperGuidaTv torna a parlare del rapporto con la le due aziende. 

C’è possibilità di un ritorno in Rai per Giletti? “Sono dei bei ricordi, ma io oggi ho un legame molto profondo con il Presidente Cairo”, sentenzia Giletti, che spazza via così tutti i pettegolezzi circolati negli ultimi giorni. In queste settimane, del resto, è in onda con le puntate di Non è L’Arena dedicate all’approfondimento sul coronavirus. 

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Non solo. Proprio per sottolineare lo stretto legame instaurato con Urbano Cairo, presidente di La7, il giornalista ricorda un episodio emblematico avvenuto quattro mesi fa, ovvero quando è scomparso il padre Emilio. “Ricordo – confida – che quando è morto mio padre la mattina dei funerali mi son girato e vicino a me ho trovato proprio lui, il Presidente Cairo. La Rai non mi ha mai mandato nemmeno un telegramma. Io metto i rapporti personali prima di tutto e quindi vedere che il Presidente Cairo, che la notte prima era a Roma, ha preso un aereo ed è corso da me per mettermi una mano sulla spalla in un momento durissimo, è stato sicuramente molto importante”. 

Fonte : Today