Liberazione: a piazzale Ostiense il tricolore illumina la sede di Acea

I colori della bandiera italiana, per la serata del 25 aprile, copriranno la facciata della storica sede Acea di piazzale Ostiense. L’azienda municipalizzata ha deciso di celebrare, in questo modo, la giornata dedicata alla Liberazione.

Il tricolore in città

Il tricolore, dopo aver illuminato i palazzi istituzionali, antiche vestigia come le Terme di Caracalla e monumenti di archeologia industriale, com’è stato nel caso del Gazometro, torna ad impreziosire uno storico edificio cittadino. Questa volta con un duplice obiettivo. “L’iniziativa  – ha fatto sapere Acea – vuole celebrare l’anniversario della Liberazione ed esprimere vicinanza a tutti i cittadini durante l’emergenza Covid 19”.

Ostiense e la bandiera

A pochi passi di distanza, nella mattinata del 25 aprile, la Sindaca Raggi ha reso omaggio ai caduti per la guerra di Liberazione. Nella stessa data, in orario serata, una torre con quattro fari al led è destinata a proiettare l’effetto cromatico della bandiera italiana sulla facciata frontale dell’edificio e sulla fontana presente piazzale Ostiense.

Gli edifici illuminati da Acea

“L’illuminazione del palazzo di Piazzale Ostiense – ha ricordato Acea –  si aggiunge alle altre illuminazioni simboliche che l’Azienda ha collaborato a realizzare in questo momento di emergenza sanitaria, come il Campidoglio, la Torretta del Quirinale, Palazzo Chigi, il Palazzo della Consulta e le Terme di Caracalla”. 

La Liberazione

Un’iniziativa simile è stata messa in campo anche dall’Ater di Roma, illuminando, a turno, i palazzi che nelle periferie ospitano gli alloggi di edilizia residenziale pubblica. In quel caso per ribadire la voglia di riscatto dei quartieri che ospitano il tricolore e per esprimere solidarietà alle vittime del nuovo Coronavirus. Nel caso dell’Acea invece anche per celebrare, settantacinque anni dopo, la Liberazione dell’Italia dal nazifascismo.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Fonte : Roma Today