Sophia Loren e quello sguardo truce che gelò Paolo Ruffini

Correva l’anno 2014 quando, presentando i David di Donatello, Paolo Ruffini incappò in una gaffe che lo rese ben poco simpatico agli occhi di buona parte degli spettatori e soprattutto a quelli della sua interlocutrice, che non era proprio una signora qualunque ma una certa Sophia Loren.

La scena fece il giro dei social nel giro di pochissimo tempo: la diva di Una Giornata Particolare sale sul palco e l’ex-VJ di MTV, nel tentativo di ravvivare l’atmosfera e fare della goliardia evidentemente non gradita, la accolse con un “lei è sempre una topa meravigliosa che l’attrice dovette gradire ben poco, visto lo sguardo a metà fra lo spaesato e il gelido con cui fulminò il giovane regista e attore toscano.

Un’uscita maldestra, quella di Ruffini, che gli causò non pochi rimproveri: Paolo Virzì e Valerio Mastandrea, presenti ai David di quella sera, non mancarono di fare una lavata di testa al collega che, di lì a poco, sarebbe stato prevedibilmente massacrato anche sui social.

Una questione su cui Ruffini tornò poi nei giorni successivi, porgendo anche le sue scuse a Sophia Loren: “Se si è offesa mi scuso, ma solo per un fatto di forma, non per la sostanza” si difese l’attore, ricordando poi come ad Hollywood in grandi occasioni come gli Oscar ci si prenda molto meno sul serio, oltre al fatto di esser stato ingaggiato per presentare la serata in modo meno istituzionale.

Tornando all’attrice de La Ciociara, Sophia Loren è recentemente tornata a recitare in un nuovo film Netflix.

Fonte : Everyeye