Parklife: 5 + 1 cose che (forse) non conosci sul terzo disco dei Blur

Il 25 aprile 1994 i Blur, capitananti dal geniale Damon Albarn, pubblicano il loro terzo album in studio “Parklife“.

All’epoca il frontman della band disse: “QUANDO USCIRÀ IL NOSTRO TERZO ALBUM, LA BAND SARÀ RICONOSCIUTA COME LA QUINTESSENZA DEL ROCK INGLESE DEGLI ANNI ’90“.

Non possiamo dare ragione o torto a Damon Albarn ma possiamo elencarvi alcune curiosità legate a questo storico album:

1. Inizialmente la band voleva chiamare l’album “Soft Porn” e aveva intenzione di inserire in copertina un’immagine di Buckingham Palace. Gli altri possibili titoli considerati all’epoca erano “Sport” e “Magic Arrows“.

2. Una delle copertine alternative pensate per l’album mostrava una bancarella di frutta e verdura a Portobello Road a Londra. Come alternativa Damon Albarn aveva pensato di fotografare la vetrina di un negozio di scommesse sportive William Hill.

3. Damon Albarn ritiene che il significato di “Parklife” sia stato frainteso: “Non credo che nessuno abbia capito l’ironia. “Parklife” è un disco arrabbiato!

4. Riguardo alla copertina Graham Coxon ha aggiunto: “Abbiamo deciso di inserire in copertine dei levrieri perché avevano un’aggressività che ci piaceva. Abbiamo scelto quelli con più denti. Sembrano sconvolti, sembra che desiderino solo uccidere qualcuno, e c’è uno sguardo bizzarro nei loro volti. Non ottieni quello sguardo con un calciatore, beh forse un po’…

5. Il titolo “Magic America” ​​è stato ispirato da un programma televisivo porno italiano.

5+1. I Blur pensavano che la title track fosse noiosa.
I Blur pensavano che “Parklife” fosse noiosa, fino a quando non chiesero all’attore britannico Phil Daniels (protagonista nel ruolo di Jimmy Cooper nel film Quadrophenia) di leggere le famose parole parlate nella canzone. “Abbiamo deciso che Phil avrebbe dovuto provare ‘Parklife’“, dichiarava all’epoca il produttore dell’album Stephen Street. “Io e la band eravamo già abbastanza stanchi di quella canzone, ma lui l’ha rinvigorita e ha acceso nuovamente il nostro interesse per quella canzone. Anche se personalmente, non è ancora una delle mie preferite.

Fonte : Virgin Radio