Diplomatici e medici cinesi al capezzale di Kim Jong-un

Un gruppo di personalità cinesi sono andati a Pyongyang per “consigli”. Si accrescono le voci sulla salute del leader supremo. Un “incremento inusuale” di verifiche nell’artiglieria e di voli di aerei militari del Nord lungo la linea di demarcazione.

Seoul (AsiaNews) – Un gruppo di personalità cinesi, politici e medici, sono stati inviati dalla Cina a Pyongyang per offrire “consigli” sulla situazione del leader Kim Jong-un. Tale viaggio – annunciato da una fonte anonima a Reuters – avviene mentre crescono le domande sulla salute del capo supremo nordcoreano.

Giorni fa, il Daily NK aveva diffuso la notizia che Kim era molto grave, avendo subito un’operazione cardiovascolare. A questo si aggiunge il fatto che egli sia malato di diabete e di obesità.

Ma fino ad ora, il governo sudcoreano, gli Usa e la stessa Cina hanno minimizzato un possibile allarme sulla salute del leader.

È un fatto però che due giorni fa la Kcna, l’agenzia di Stato ha diffuso un messaggio di ringraziamento di Kim a Bashar Assad. Ma è anche vero che non appaiono da molto tempo sue foto in attività o in ispezioni.

Il ministero della Difesa sudcoreano ha notato un “incremento inusuale” di ispezioni all’artiglieria del Nord e dei voli di aerei militari lungo la linea di demarcazione e lungo le coste. Molti di questi voli non sono stati nemmeno annunciati.

La Corea del Nord è uno dei Paesi più chiusi. La salute del suo leader è trattata come una questione di alta sicurezza, dato il timore di colpi di Stato veri o presunti.

In caso di successione, la candidata più probabile è Kim Yo-jong, sorella del dittatore. Nell’ultimo periodo ha affiancato spesso il fratello in cerimonie ufficiali, e lo scorso mese ha pronunciato il suo primo discorso pubblico. È vista come una leader più moderata, che ha favorito la distensione nelle relazioni con l’amministrazione Trump.  E forse è per questo che i diplomatici cinesi sono accorsi a Pyongyang.

Fonte : Asia