Roma, la mappa del contagio: nel quadrante sud est i quartieri con gli aumenti maggiori

Torre Angela, Tor Pignattara, Centocelle, Don Bosco. La crescita maggiore di contagi da coronavirus negli ultimi sette giorni la troviamo nel quadrante sud-est della città, dove spunta anche una piccola porzione di territorio, corrispondente a Tor Tre Teste, che insieme al Foro Italico ha il tasso di incidenza più alto. Mentre si abbassano ancora le zone con zero malati, da 10 a 8. Eccoli, alcuni dati dell’evoluzione del Covid-19 nella città di Roma fotografati nell’ultima mappa aggiornata lavorata dal Seresmi, Servizio regionale per l’epidemiologia, sorveglianza e controllo delle malattie infettive. (Qui la versione del 17 aprile)

Crescita tra zero e +14 casi

Partendo dai casi totali, 2066 al 23 aprile, una settimana fa erano 1732, (vedi la curva in basso che indica il trend giornaliero), notiamo innanzitutto che la distribuzione territoriale risulta simile alla precedente, con una crescita piuttosto equa tra i vari quartieri, ma una forbice più ampia di nuovi casi, compresa questa settimana tra zero e più 14 casi, la scorsa tra zero e più 7. Ma vediamo nel dettaglio dove si sono registrati i cambiamenti più rilevanti.  

Dove gli aumenti sono maggiori

Primo in lista, come sette giorni fa, con il massimo trend di aumento è Torre Angela, VI municipio, che passa da 52 a 66 casi. Seguono Tor Pignattara, in V municipio e Don Bosco, in VII, con più 11 contagi. Il primo passa da 20 a 31, il secondo da 19 a 40. Scorrendo la classifica in ordine decrescente, con più 10 nuovi positivi, abbiamo Centocelle, che passa da 35 a 45, e Colli Portuensi – nel quadrante opposto della città – da 39 a 49. 

Si registra invece una crescita di 8 malati rispetto alla settimana scorsa nei territori di Lunghezza, da 13 a 21 casi, Castelluccia (nel XIII municipio), da 11 a 19, Casal Bruciato, da 8 a 16 e Ponte Galeria da 4 a 12. E ancora con più sei casi: Garbatella, da 30 a 36, Val Melaina, da 23 a 29, Ostia, da 20 a 26, Villa Gordiani, da 19 a 25, Morena da 13 a 19.  

Dove frena il contagio  

Guardando ai quartieri dove si registrano i numeri di contagio più alti, è da rilevare una frenata nella crescita settimana su settimana per il Centro storico, dove si passa da 43 a 44 casi, uno soltanto in più. Ma anche Trieste, dove i casi al 23 aprile sono 50, al 17 aprile erano 46. Primavalle, con soli due nuovi contagi, da 31 a 33, e ancora la zona del Gianicolo, da 28 a 30. 

I tassi di incidenza

Questo per quanto riguarda la crescita dei dati secchi. Spostandoci invece sul tasso di incidenza (inteso come il rapporto tra malati e un campione di 10mila abitanti), quindi nella sostanza alla densità del contagio, la distribuzione resta simile a quella della scorsa settimana, con i tassi medio alti, quelli delle zone della mappa colorate d’arancio, compresi tra 6.90 e 33.61, sparsi a macchia di leopardo e una maggiore concentrazione nella zona centrale della città. 

Tor Tre Teste in “rosso” sulla mappa

C’è però una novità: nell’area est cresce il tasso a Tor Tre Teste, piccola porzione di territorio colorata di rosso sulla mappa, la scorsa settimana era arancione, con 10 casi e un valore di 50.63. Di rosso ancora più intenso resta il Foro Italico dove i casi passano da 7 a 8 e il valore dal tasso da 106.87 a122.14. 

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Le zone “covid free”

Continuando a diffondersi il virus sul territorio diminuiscono anche le zone “covid free”, quelle senza nessun contagiato. Al 17 aprile erano 10, al 23 aprile risultano 8. Prima Porta, Tor Di Valle, Santa Palomba, Castel Porziano, villa Borghese, villa Pamphili, Castel Romano, Tor Fiscale. Da zero a tre nuovi contagi invece nella zona di Gregna Sant’Andrea.  

Fonte : Roma Today