Arriva Messenger Rooms, la nuova videochat della galassia Facebook

Le stanze virtuali potranno ospitare 16 persone all’inizio e 50 al termine del rilascio. Si potranno usare sfondi personalizzati ed effetti speciali

Messenger Room consentirà videochiamate senza limiti di tempo per un massimo di 50 partecipanti (Immagine: Facebook)

Un nuovo servizio per effettuare videochiamate di gruppo. Su Messenger arriva Rooms, ossia una funzione per creare stanze dove conversare con amici e colleghi nella chat di messaggistica di Facebook.

L’attuale situazione di crisi pandemica ha costretto moltissime persone a rimanere confinate in casa, ma per mantenere i rapporti sociali e di lavoro è aumentato a dismisura il ricordo a videochat e videoconferenze. Facebook ha registrato un uso più che raddoppiato dei suoi servizi di videochiamata tramite Messenger e WhatsApp e delle dirette live su Facebook e Instagram. E così ha aggiunto un nuovo tassello.

Come funziona Messenger Rooms

Messenger Room sarà attivabile da mobile (nella foto) o da desktop (immagine: Facebook)

Il lancio di Messenger Rooms è stato fatto tramite una diretta sul social network dal fondatore di Facebook Mark Zuckerberg. Il nuovo servizio di videochiamate di gruppo permetterà di creare una stanza virtuale direttamente da Messenger o Facebook e invitare chiunque a unirsi.

Non sarà necessario essere iscritti a Facebook per partecipare a una videochat su Rooms, ma basterà cliccare sul link condiviso da chi ha creato la stanza virtuale. Per ora le chat potranno essere create solamente da Messenger o da Facebook, ma in un secondo momento si potranno aprire anche da Instagram Direct, WhatsApp e Portal.

L’invito a partecipare a una videochat tramite Messenger Room sarà condivisibile sulla propria bacheca di Facebook o nei gruppi. (immagine: Facebook)

Disponibile in test già da questa settimana in Italia, il servizio per il momento può ospitare un massimo di 16 persone ma, dopo che sarà esteso al resto del mondo, le videochiamate ospiteranno fino a un massimo di 50 persone senza limiti di tempo.

Gli utenti potranno sfruttare gli effetti di realtà aumentata già presenti nell’app e il team di sviluppatori di Facebook è al lavoro su altri da integrare nelle chat. Presto saranno disponibili sfondi immersivi a 360 gradi che permetteranno di trasportare gli utenti in ambienti particolari, di festeggiare il compleanno con torte virtuali o in campeggio con gli amici. Oltre a questo il sistema di intelligenza artificiale del programma permetterà agli utenti di applicare 14 nuovi filtri utili per correggere la luminosità dell’immagine.

Il servizio è stato progettato per proteggere la privacy degli utenti. I link delle room virtuali saranno generati in modo randomico così da risultare difficili da individuare per gli hacker. Il creatore della stanza virtuale avrà il potere di scegliere chi potrà vedere il link condiviso sul social network e chi potrà prendere parte alla videochiamata. L’organizzatore dovrà essere presente perché la videochiamata possa partire e in qualunque momento avrà il potere di rimuovere i partecipanti non graditi.

Tutte le conversazioni fatte tramite Messenger Room non saranno ascoltate da Menlo Park ma saranno lo stesso soggette agli standard della comunità di Facebook. Ciò vuol dire che se una videochat viola le norme di buona condotta potrà essere segnalata, ma ai revisori di Facebook non giungeranno né audio né video.

Videochiamate con WhatsApp

Sale a 8 il numero massimo di partecipanti a una videochiamata tramite Whatsapp (foto: Facebook)

Come già anticipato, inoltre, salirà a 8 il numero massimo di partecipanti a una videochiamata fatta tramite WhatsApp. L’applicazione di messaggistica continuerà a garantire la sicurezza delle videochat grazie alla crittografia end-to-end che la contraddistingue in modo che nessuno, neppure lo stesso WhatsApp, possa ascoltare o leggere le conversazioni private.

Video in diretta e altri aggiornamenti

Per quanto riguarda le dirette sui social network Menlo Park ha reinserito la possibilità di invitare una persona in collegamento video nella propria diretta su Facebook. Alle dirette su Facebook portà essere associato il tasto Dona per consentire al pubblico di effettuare una donazione per una raccolta fondi di cui magari si parla durante la live. Presto si potranno avviare le live sui gruppi e le pagine direttamente da Portal e gli eventi potranno essere contrassegnati come “solo online” in modo da sottolineare la possibilità di parteciparci tramite web e senza la necessità di uscire di casa. Inoltre, per sostenere i creator e le piccole imprese, Facebook ha in programma di aggiungere la possibilità per le Pagine di richiedere un
accesso a pagamento per assistere a eventi dal vivo. Potrà valere per qualsiasi cosa: performance online, lezioni o incontri professionali.

Per quanto riguarda le dirette su Instagram gli utenti potranno seguirle da desktop e, inoltre, l’autore potrà decidere di caricarla immediatamente su Igtv. Mentre per quanto riguarda Facebook Gaming, Menlo Park ha informato i suoi utenti che l’app standalone, con la quale è possibile eseguire degli streaming videoludici o assistere a sessioni di gameplay tenute dai propri videogiocatori preferiti, è disponibile sui vari app store. Inoltre l’app consentirà la possibilità di organizzare dei tornei videoludici. Per sostenere i propri creator preferiti, Facebook ha deciso di espandere Stars a più Pagine e Paesi. Una volta acquistate, le stelle possono essere inviate ai creator mentre stanno giocando live: potranno così guadagnare 1 centesimo per ogni stella.

Fonte : Wired