Nella Rsa di Rocca di Papa: “In stanza con mio padre un paziente con sintomi di Covid-19”

“Papà ci raccontava che, in stanza con lui, c’era un paziente che dal 2 aprile manifestava sintomi che potevano essere riconducibili al Covid-19, ma non era stato messo in isolamento. Il giorno dopo mi ha detto che il suo vicino di letto si era aggravato e che lo avevano portato a fare un controllo ai polmoni evidenziando una polmonite grave. Così è stato messo in isolamento solo il sabato mattina quando è dal giovedì precedente che manifestava sintomi preoccupanti, e comunque è stato lasciato in stanza con mio padre, un giorno ed una notte, senza nessuna protezione”.

E’ quanto denuncia a RomaToday la figlia di un ospite della Rsa di Rocca di Papa (Roma) contagiato dal Covid-19. Nella struttura si è arrivati a raggiungere un picco di 161 casi positivi e decine di morti. Un numero, quest’ultimo, ancora non definito e sul quale la Procura sta cercando di far luce, grazie anche al lavoro di indagine dei Nas e della Asl Roma 6. 

La svolta è arrivata il 14 aprile quando è stata firmata una ordinanza che ha imposto alcune misure di contenimento intorno alla struttura sanitaria San Raffaele. Lì, con quella mossa, il Comune e la Regione Lazio hanno alzato il livello d’attenzione su quello che ormai era diventato un vero e proprio focolaio. 

Di casi ce ne sono molti. Centinaia ormai. Ci sono anche storie tragiche come quella che ci ha raccontato Stefano Giacomozzi, con la madre Giuliana Capriotti deceduta lo scorso 19 aprile: “La struttura non ci ha mai comunicato nulla. Ho saputo che era positiva al Covid solo leggendo il certificato di morte”.  

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Servizio video di Veronica Altimari e Lorenzo Nicolini, redazione di RomaToday

Fonte: RomaToday →
Fonte : Today