Coronavirus, il bollettino di oggi mercoledì 24 aprile: 420 morti, tremila nuovi contagi

A oggi il totale delle persone che hanno contratto il coronavirus in Italia è salito a 192.994, sono quindi 3.021 i nuovi casi di contagio diagnosticati dai tamponi, mentre 2.922 persone sono state dichiarate guarite o dimesse dall’ospedale. Purtroppo si registrano 420 decessi di pazienti positivi al coronavirus. Pertanto il numero totale di attualmente positivi è di 106.527, con un decremento di 321 assistiti rispetto a ieri.

Tra gli attualmente positivi al coronavirus 2.173 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 94 pazienti rispetto a ieri. Sono invece 22.068 le persone ricoverate con sintomi per il coronavirus, con un decremento di 803 pazienti rispetto a ieri, 82.286, pari al 77% degli attualmente positivi, le persone in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

Sono queste le ultime notizie sull’emergenza coronavirus in Italia da quanto si apprende dai numeri del bollettino giornaliero della Protezione civile di oggi venerdì 24 aprile. 

Coronavirus, il bollettino del 24 aprile: andamento nazionale

  • Attualmente positivi: 106.527
  • Deceduti: 25.969 (+420, +1,6%)
  • Dimessi/Guariti: 60.498 (+2.922, +5,1%)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.173 (-94, -4,1%)
  • Tamponi: 1.642.356 (+62.447)
  • Totale casi: 192.994 (+3.021, +1,6%)

Coronavirus, le ultime notizie

bollettino coronavirus 24 aprile-2

In Lombardia si registrano oltre mille nuovi casi di contagio di cui ben 246 solo a Milano città, in aumento. Nelle ultime 24 ore si è aggravato anche il bilancio dei decessi: 166 i morti che portano il computo a 13.106. Dato incoraggiante dagli ospedali dove si svuotano le terapie intesive con 1.162 dimissioni.

In Emilia Romagna si conta per la prima volta una significativa diminuzione dei decessi che scendono a 34 nelle ultime 24 ore e dei nuovi casi di contagio che si fermano a 247.

Buone notizie arrivano dal Veneto, principale focolaio dell’epidemia dopo Lombardia e Emilia Romagna:  nel giro di due settimane sono calati decisamente i ricoverati. A oggi i positivi sono 17.229 (+348 da ieri), mentre calano di 40 unità i ricoverati (sono oggi 1289), così come i ricoverati in terapia intensiva scesi a 130, 10 in meno. Salgono invece a 2372 i pazienti guariti e dimessi. In regione si registrano purtroppo 18 decessi che portano il totale dei morti a 1026.

In Valle d’Aosta sono129 i decessi registrati dall’inizio dell’epidemia mentre la regione registra come attualmenti positivi 610 pazienti, di cui 88 ricoverati in ospedale, 7 in terapia intensiva, e 515 in isolamento domiciliare. I guariti sono 361, in crescita di 30 persone rispetto a ieri.

Nel Lazio sesto giorno con meno di 100 casi: anche oggi il numero dei nuovi contagiati si ferma infatti a 78 mentre purtroppo si registrano 9 decessi. Si amplia la forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (18.998) e coloro che sono entrati in sorveglianza (11.247). Per quanto riguarda i guariti, salgono di 63 unità nelle ultime 24 ore per un totale di 1.256.

In Campania sono 4 i decessi legati al coronavirus registrati nella giornata di ieri, numero che porta il totale dei decessi in regione a 336. Supera la soglia dei mille, invece, il numero totale dei guariti (+75). 

In Calabria sono 10 le persone risultate positive al coronavirus nelle ultime 24 ore, portando il conto dei casi a 1.079. 

In Sicilia sempre meno ricoveri e più guariti. Dall’inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 65.165 (+3.015 rispetto a ieri), su 63.626 persone: di queste sono risultate positive 2.981 (+55), mentre attualmente sono ancora contagiate 2.320 (+19), 443 sono guarite (+31) e 218 decedute (+5). Degli attuali 2.320 positivi, 493 pazienti (-17) sono ricoverati – di cui 32 in terapia intensiva (-2) – mentre 1.827 (+36) sono in isolamento domiciliare.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Coronavirus, 150 i medici morti

Continua la triste conta dei medici morti in Italia: oggi il bilancio è salito a 150 decessi tra i sanitari in prima linea nell’emergenza coronavirus in Italia. La Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri ha infatti aggiornato l’elenco dei caduti con il nome di Guido Retta, primario emerito, ortopedico, consulente di tribunale, in pensione. Solo ieri sera la Federazione aveva segnalato il decesso di Gianbattista Perego, medico di medicina generale.

Fonte : Today